28.5 C
Pesaro
giovedì, Agosto 18, 2022

Aste: serata da 230 milioni per Christie’s. Record per Banksy

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Guidata dal Guerriero di Jean-Michel Basquiat, che ha stabilito un nuovo record, diventando l’opera d’arte occidentale più costosa mai venduta in Asia (€ 35.077.853), la Spring Season of 20TH Century Evening Sales di Christie’s si è conclusa con il totale di 230.312.562 € e un tasso di venduto del 93% in lotti e del 97% in valore.

Durante la serie di vendite consecutive, iniziata ad Hong Kong con We Are All Warriors – The Basquiat Auction e proseguita a Londra con la 20th Century Art Evening Sale e la The Art of the Surreal Evening Sale, sono stati stabiliti 4 nuovi record: Banksy, Jean Fautrier, Joy Labinjo, Claire Tabouret e Issy Wood con un record per un’opera su carta di Gerhard Richter. Ma procediamo con ordine.

BANKSY, Game Changer, 2020. Oil on canvas, 91 x 91cm. Courtesy: Christie’s

Subito dopo The Basquiat Auction, la serata è proseguita con la 20th Century Art Evening Sale, durante le quale sono stati realizzati nuovi record per gli artisti contemporanei Joy Labinjo – il cui No Wahala è stato venduto per 150.000 £ – e  Claire Tabouret con The Last Day, aggiudicato a 622.500 £. Entrambe le opere hanno superato di oltre il 300% le stime prevendita. Sempre per quanto riguarda gli artisti contemporanei in catalogo, ottimo debutto per Issy Wood con Over Armour (non-linear, non-violent), venduto per 250.000 £.

Nuovo record d’asta anche per Banksy, il cui Game Changer (2020), tributo ai lavoratori internazionali in prima linea durante la pandemia, è stato aggiudicato per oltre 16.000.000 di sterline dopo 14 minuti di offerte. I proventi di questa vendita, come abbiamo già scritto ieri, saranno devoluti in beneficienza a sostegno del personale e dei pazienti dell’ospedale universitario di Southampton, nonché delle associazioni sanitarie associate e degli enti di beneficenza di tutto il Regno Unito.

L’Autoritratto di Jean-Michel Basquiat del 1988 ha realizzato, invece,  9.086.500 £. Buone aggiudicazioni anche per le due importanti opere di Picasso in catalogo:  Femme nue couchée au collier (Marie-Thérèse)  del 1932, battuta per  14.582.500 £, e Femme assise dans un fauteuil noir (Jacqueline) del 1962, aggiudicata per 9.659.000 £.

Un momento della Spring Season of 20TH Century Evening Sales di Christie’s che ha attirato 400.000 spettatori online

Tra gli altri risultati degni di nota della serata, sono da citare il nuovo record d’asta di Jean Fautrier, stabilito dall’opera Traps del 1946, venduta per 4.522.500 £. Mentre Ohne Titel (Untitled) di Gerhard Richter, venduta per  2.242.500, è diventata l’opera su carta più cara di sempre dell’artista tedesco.

Ottime performance anche per Amoako Boafo con Self-Portrait del 2016 (550.000 £) e Matthew Wong con un lavoro del 2017 battuto a 2.722.500 £. Tra i pochi italiani in asta, invece, sono da evidenziare le aggiudicazioni di Amedeo Modigliani, il cui Ritratto del fotografo Dilewski cel 1916 ha raggiunto i  4.402.500 £, e di Alighiero Boetti con Immaginando tutto (1976-1977) battuto per 300.000 £.

La serata di Christie’s si è poi conclusa con la 20° edizione di The Art of the Surreal Evening Sale che si è chiusa con un totale di € 56.125.734 e un tasso di venduto dell’85% in lotti e del 90% in valore. Protagonista assoluto di questa ultima asta: René Magritte, con 5 dipinti in catalogo tutti venduti con ottimi risultati. 

Incredibile, infine, il successo di pubblico ottenuto da questa gioranta di aste che ha saputo attirare ben 400.000 spettatori online da tutto il mondo.

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

Presente e futuro della cultura: dialogo con Alessandro Bollo

Il mondo della cultura sta attraverso un momento di grande cambiamento. Per analizzare questa fase e provare a comprendere l’evoluzione futura del mondo culturale, abbiamo intervistato Alessandro Bollo, già direttore della Fondazione Polo del ‘900 e da pochi giorni project manager della Fabbrica del Vapore di Milano.

Cura della collezione in vacanza

Con l’arrivo dell’estate si chiude la casa in città e si aprono le case-vacanza in cui ci si trasferisce per trascorrervi l’intera stagione. Questa è anche l’occasione migliore per godersi e prendersi cura delle opere d’arte che compongono la “succursale” della vostra collezione. Quali sono i consigli da seguire per non annoiarvi in vacanza e per assicurarvi che questo periodo di riposo faccia bene non solo a voi ma anche alle vostre opere?

Collezionisti e valore dell’arte in Italia

Chi è, che profilo ha il collezionista italiano d'arte? Tentiamo di rispondere a questa domanda sfogliando il rapporto 2022 di Gallerie d'Italia che disegna, finalmente, uno scenario abbastanza puntuale e preciso del mondo del collezionismo italiano.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here