1.6 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Export arte: la “soglia di valore” è finalmente realtà

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Per far uscire definitivamente dal Paese le opere d’arte aventi più di settant’anni e un valore inferiore a 13.500 euro non serve più l’attestato di libera circolazione. 

Sarà sufficiente un’autocertificazione secondo i modelli E1 (beni artistici) e E2 (beni librari) allegati al Decreto Ministeriale n. 246 del 17 maggio 2018

Il 31 luglio scorso, infatti, il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ha emanato un nuovo Decreto Ministeriale (D.M. 367 /2020) col quale ha modificato il precedente  del 2018, riguardante le “Condizioni, modalità e procedure per la circolazione internazionale di beni culturali”.

Nello specifico il nuovo decreto ha abrogato il comma 6 dell’articolo 7 introdotto dal suo predecessore, Alberto Bonisoli, in data 9 luglio del 2018.

Tale comma prevedeva che l’applicazione delle disposizioni previste dall’articolo 7, relativamente agli oggetti eseguiti da oltre 70 anni e con un valore inferiore a euro 13.500, fosse subordinata all’adeguamento del Sistema Uffici Esportazione (SUE).

Veniva così rinviata di fatto l’attuazione della soglia di valore, secondo la quale per far uscire definitivamente dal Paese questa particolare tipolgia di oggetti era, invece,  sufficiente, appunto, una “dichiarazione comprovante la non assoggettabilità all’attestato di libera circolazione” da redigere utilizzanto, come detto, i modelli E1 e E2.

Adesso tutto questo è possibile e dà una piccola boccata d’ossigeno al nostro mercato dell’arte per il quale non solo si snelliscono le procedure.  Fino ad oggi per avere un attestato di libera circolazione potevano volerci tra i 40 e i 60 giorni e questo metteva a rischio le vendite e limitava le possibilità di uno sviluppo adeguato del commercio online.

Una attuazione, quella messa in atto da Franceschini, attesa per tre lunghi anni durante i quali non è stata, peraltro, attivata neanche l’anagrafe della circolazione internazionale che doveva essere istituita dal Ministero sul SUE entro la fine del 2019.

Ovviamente, vista l’esiguità della soglia di valore, questa modifica non riguarda le opere di fascia media e medio-alta, ma solo quelle di minor valore. La soglia di valore di € 13.500 è, infatti,  la più bassa in UE.

Altri Stati membri ammettono la libera circolazione di opere al di fuori del proprio territorio nazionale prevedendo delle soglie di valore molto più ampie (Francia € 150.000; Germania € 300.000; Regno Unito £ 100.000) o persino diversificate sulla base della tipologia del bene oggetto di esportazione. 

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

“Le aste di beneficienza, e non più le donazione, sono il nuovo modello per i miliardari per compensare le tasse?” – The Art Newspaper,...

La proprietà di Paul Allen ha promesso i proventi della vendita di Christie'sda 1,6 miliardi di dollari a cause filantropiche senza nome, mentre il fondatore di FTX Sam Bankman-Friedaveva vagamente promesso di donare la sua fortuna… Si diffondono sempre più piani filantropici spesso molto vaghi, e le case d’asta non sono trasparenti

La conservazione al primo posto. Ecco la nuova Galleria Nazionale dell’Umbria.

Come fa un grande Museo a parlare di conservazione? Come è possibile far dialogare le necessità conservative e quelle estetica di un nuovo allestimento? Lo abbiamo chiesto a Daniele Costantini, funzionario della GNU.

“Il dipinto di Munch ‘Dance on the Beach’ è stato nascosto ai nazisti in una foresta norvegese. Andrà all’asta per la prima volta dagli...

Smithsonian Magazine, di Molly Enking 23 Gennaio 2023 “Dopo aver resistito alla seconda guerra mondiale in un fienile nascosto in una foresta norvegese, un monumentale...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai, ogni settimana, gratuitamente, contenuti esclusivi dedicati al collezionismo d’arte e consigli sulla conservazione delle opere, sugli aspetti legali, e su tutto ciò possa aiutarti a collezionare e conservare l’arte ed essere felice.

Sono un collezionista

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!