26.9 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

La collezione del Museo Africano di Verona, gli oggetti e le loro relazioni

del

Una collezione cresciuta nel tempo, anno dopo anno, missione dopo missione. Così si è costruita la raccolta di oggetti africani del museo dei missionari comboniani di Verona, che oggi conta più di tremila pezzi.

Proprio a Verona l’istituto religioso fondato da Monsignor Daniele Comboni aveva la Casa Madre, cioè il luogo in cui i padri missionari si formavano per poi partire e, solo dopo una lunga permanenza, fare ritorno con un bagaglio di esperienza e non solo.

Dai viaggi in Africa tornavano con testimonianze fisiche della loro attività, oggetti che parlavano della vita quotidiana dell’altro continente e che mostravano così ai sostenitori e fedeli cosa succedeva a molti chilometri di distanza, nei villaggi in cui avevano vissuto negli ultimi mesi e anni.

La collezione del Museo Africano di Verona nasce intorno agli anni Trenta del Novecento, con l’esigenza di mettere in ordine e mettere a sistema tutte le testimonianze che rientravano in Italia. Così ad ogni oggetto, dato che non rappresentava solo l’estetica dell’artigianato locale, è stata associata una scheda di archivio in cui in alcuni casi veniva addirittura annotato anche il nome della persona da cui si era acquistato o ricevuto in dono, per quale ragione, in quale contesto.

Ne esce così una vera e propria trama relazionale, che racconta storia ed evoluzione del movimento missionario in genere, ma soprattutto dimostra l’importanza della condivisione, tema centrale per l’intero gruppo religioso.

Ascoltare le parole di Padre Pietro Ciucciulla e Alberta Dal Cortivo ci aiuta a capire come può essere attuale una collezione come quella che hanno ricevuto in eredità, come si può renderla attiva e aperta, in totale dialogo con la contemporaneità grazie a soluzioni digitali per una fruizione più fresca e progetti ancora da sviluppare, che aspettano il momento giusto per essere realizzati.

Collezione da Tiffany
Collezione da Tiffany
Nato il 5 giugno del 2012 da un’idea del giornalista e storico della critica d’arte Nicola Maggi, Collezione da Tiffany è il primo Blog italiano interamente dedicato al collezionismo d’arte contemporanea.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Le aste di Hong Kong di maggio 2024: un’analisi dei risultati

Le recenti aste tenutesi a Hong Kong nel maggio 2024 hanno offerto uno spaccato significativo del mercato dell'arte asiatico, evidenziando sia successi che delusioni.  Le principali case d'asta,...

Asta Pandolfini: un viaggio tra grandi maestri e tendenze artistiche

La casa d'aste Pandolfini torna ad animare il panorama artistico milanese con un'asta dedicata all'arte moderna e contemporanea, in programma per il 19 giugno...

Il restauro delle opere d’arte, nella prospettiva del diritto

Prima parte Nell'ambito del diritto dell'arte, il tema del restauro delle opere riveste un'importanza cruciale, ponendo al centro della riflessione una serie di questioni di natura...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!