19.1 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

La collezione della Fondazione Luciana Matalon. Uno scrigno in centro a Milano.

del

La Fondazione Luciana Matalon è uno di quei posti che non fatico a definire come “un luogo rivelazione”. Sì perché se camminando distrattamente per Milano, lasciandoti alle spalle il Castello Sforzesco, non fai attenzione alle vetrine che ti scorrono di fianco, rischi di non notarla perchè il suo affaccio sulla strada è certamente molto discreto.

Ma entrando dentro, ti si schiude uno spazio perfettamente allestito, studiato nei dettagli, decorato in alcuni suoi aspetti come un’opera site specific e che racconta la vicenda artistica di una persona controversa e visionaria.

La Fondazione ha ormai 23 anni ed è nata per volere della stessa Matalon che desiderava dare una casa alle sue opere, contestualmente al suo allontanamento dal mondo delle gallerie. L’idea era proprio quella di creare uno spazio perfetto e personale che fosse espositivo ma anche di vendita, senza mediazione intermedie: dal produttore al consumatore, si potrebbe dire.

Nello Taietti, il Presidente della Fondazione, è stato per Luciana Matalon prima di tutto un amico. Questo ha permesso di delineare durante l’intervista – con affetto e precisione – la figura di questa artista e ciò che le piaceva fare. E se i suoi atteggiamenti, cortesemente sopra le righe e slegati da qualsiasi forma di regolamentazione, hanno reso la sua produzione artistica ancora più interessante, certo non hanno aiutato sempre nella gestione di un’Istituzione culturale e di una collezione in continua crescita.

La collezione di proprietà della Fondazione, a firma monografica naturalmente, non è altrettanto monotematica se parliamo di tecniche esecutive e materiali. Dai metalli per le sue sottili sculture o per la linea di gioielli, alla carta per le delicate installazioni, alla pittura materica e non. I numeri non sono piccoli, ma grazie a un attento lavoro di catalogazione e una buona gestione dei depositi, Nello ed Eleonora Angiolini (exhibition manager) hanno avviato una grande attività di valorizzazione, anche grazie agli eventi che vengono regolarmente organizzati all’interno dello spazio milanese. 

L’intervista è piena di aneddoti, storie e progetti che la Fondazione sta seguendo e a cui ha partecipato negli anni. Basta fare click sopra per dare un rapido sguardo all’interno delle sale, scoprire chi era Luciana Matalon e capire quanto potesse essere definita una collezionista di sé stessa

Francesca Gasparetto
Francesca Gasparetto
Restauratrice-conservatrice di formazione con una passione per il data management e la documentazione digitale delle collezioni d'arte. E’ autrice di diverse pubblicazioni scientifiche sul tema della documentazione per la conservazione del Patrimonio. Collabora con l’Università degli Studi di Urbino nell'ambito di progetti internazionali sul tema della conservazione del Patrimonio e tiene un corso sulla documentazione digitale. E’ co-fondatrice della start-up arturo, società che si occupa di conservazione e documentazione delle collezioni d’arte.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Le aste di Hong Kong di maggio 2024: un’analisi dei risultati

Le recenti aste tenutesi a Hong Kong nel maggio 2024 hanno offerto uno spaccato significativo del mercato dell'arte asiatico, evidenziando sia successi che delusioni.  Le principali case d'asta,...

Asta Pandolfini: un viaggio tra grandi maestri e tendenze artistiche

La casa d'aste Pandolfini torna ad animare il panorama artistico milanese con un'asta dedicata all'arte moderna e contemporanea, in programma per il 19 giugno...

Il restauro delle opere d’arte, nella prospettiva del diritto

Prima parte Nell'ambito del diritto dell'arte, il tema del restauro delle opere riveste un'importanza cruciale, ponendo al centro della riflessione una serie di questioni di natura...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!