26.9 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

La collezione universale del MUDEC

del

Parte integrante del progetto di riqualificazione urbanistica dell’area dell’Ansaldo di Milano, il MUDEC è a tutti gli effetti la piazza del nuovo quartiere culturale nato a partire da metà anni Ottanta. Il progetto di David Chipperfield voleva ottenere proprio questo: un piazza, intesa come luogo di incontro sia fisico (alla zona mancava prima della sua nascita una vera e propria piazza), sia in senso lato (incontro di culture del mondo). 

La collezione del MUDEC, in effetti, è proprio da considerare come un incontro eterogeneo di oggetti di varia natura provenienti da luoghi diversi. All’interno delle sale espositive e del deposito possiamo trovare opere, oggetti archeologici, strumenti musicali, oggetti di uso quotidiano provenienti da America, Asia, Africa e area del Pacifico messi insieme in buona parte da esploratori che giravano il mondo e riportavano in città testimonianze dei popoli incontrati. 

La collezione conta circa 9.000 oggetti, non tutti esposti, ma tutti consultabili. Il grande deposito, organizzato secondo una logica geografica, è aperto alle visite in modo da non limitare lo studio e l’osservazione dei pezzi alle sole mostre. 

Inoltre, proprio per dare spazio a tutti gli elementi contenuti nella collezione e condividere i risultati delle continue ricerche che studiosi ed esperti conducono su queste particolari raccolte, il museo allestisce mostre temporanee che ruotano. Quella oggi visibile e aperta nel 2021 si intitola “Milano globale. Il mondo visto qua” e prova a raccontare con immagini, oggetti e parole i rapporti, le relazioni e appunto gli incontri da diverse culture. 

Il laboratorio di restauro interno, la programmazione puntuale di un’attività di conservazione preventiva e l’intera collezione messa a disposizione on line sono solo alcuni dei punti importanti e di ciò che concorre a una buona cura e un’esperienza proattiva. 

Ascoltare Carolina Orsini è come farsi accompagnare dentro il progetto MUDEC e scoprire ogni faccia di questa agorà di incontri culturali, così importante per la città di Milano e non solo. 

Collezione da Tiffany
Collezione da Tiffany
Nato il 5 giugno del 2012 da un’idea del giornalista e storico della critica d’arte Nicola Maggi, Collezione da Tiffany è il primo Blog italiano interamente dedicato al collezionismo d’arte contemporanea.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Le aste di Hong Kong di maggio 2024: un’analisi dei risultati

Le recenti aste tenutesi a Hong Kong nel maggio 2024 hanno offerto uno spaccato significativo del mercato dell'arte asiatico, evidenziando sia successi che delusioni.  Le principali case d'asta,...

Asta Pandolfini: un viaggio tra grandi maestri e tendenze artistiche

La casa d'aste Pandolfini torna ad animare il panorama artistico milanese con un'asta dedicata all'arte moderna e contemporanea, in programma per il 19 giugno...

Il restauro delle opere d’arte, nella prospettiva del diritto

Prima parte Nell'ambito del diritto dell'arte, il tema del restauro delle opere riveste un'importanza cruciale, ponendo al centro della riflessione una serie di questioni di natura...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!