14.5 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

L’arte contemporanea tra presente e futuro: intervista all’art advisor Emanuele Catellani

del

Con il termine del periodo dell’estate e l’inizio del periodo autunnale, ci si avvicina a grandi passi al mese di novembre ovvero il momento dell’anno che a Torino viene dedicato all’arte contemporanea.

Sono tanti gli appuntamenti in città dedicati all’arte contemporanea nel primo fine settimana di novembre (3-5 novembre) a Torino, partendo da Artissima all’Oval del Lingotto, passando per The Others (Padiglione 3 di Torino Esposizioni) e Flashback (Corso Giovanni Lanza).

 
Per avvicinarci quindi al meglio agli appuntamenti in programma e saperne di più sull’attuale momento dell’arte contemporanea abbiamo intervistato Emanuele Catellani, advisor e dealer indipendente, che crea e gestisce collezioni d’arte contemporanea, fornendo consulenza e competenza a una vasta gamma di clienti.

Nello specifico, guida i suoi clienti nell’esplorazione del mercato globale dell’arte, fornendo loro supporto per fare le giuste selezioni e dare forma a collezioni su misura.

AS: Grazie Emanuele intanto per la disponibilità. Dal tuo osservatorio privilegiato di operatore del settore, come valuti il momento che sta vivendo l’arte contemporanea?

EC: È un momento schizofrenico, artisti a inizio carriera spesso hanno valutazioni decisamente più alte di colleghi storicizzati. Come spesso capita, ci sono trend che tirano il mercato verso determinate direzioni e gusti omologati, ma che obiettivamente mantengono vivo il sistema. Fortunatamente ci sono ottimi artisti, trattati da gallerie valide, che vale la pena comprare anche in ottica futura. In linea di massima il mercato globale dell’arte contemporanea è attivo e funziona. Purtroppo, indagando meglio, la piramide si sta assottigliando sempre di più eliminando di fatto le gallerie più giovani, di ricerca, a discapito dell’ingrandimento delle gallerie multi-sedi internazionali. 

AS: Tra circa un mese ci sarà Artissima, cosa si aspetta da questa edizione anche con il cambio di direzione?

EC: Mi aspetto un’edizione in linea con le precedenti. Fassi e il suo team stanno facendo un ottimo lavoro. Sicuramente è la fiera più contemporanea e fresca sul panorama nazionale. A mio modesto parere sarebbe opportuno spingere ancora di più in questa direzione, magari riducendo ulteriormente il numero dei partecipanti e cercando di alzare ulteriormente la qualità della proposta.

AS: Passando a tematiche più amministrative: quali sono le principali problematiche che si trovano ad affrontare i tuoi clienti nell’acquisto di opere d’arte? Che suggerimenti si possono dare al Governo per rendere più competitivo il settore?

EC: Una delle noie più grosse per il collezionista medio italiano che compra all’estero è dover calcolare costi extra come lo sdoganamento delle opere che si va ad aggiungere alle spese di trasporto, con il rischio serio di pagare più la salsa dell’arrosto. Un altro aspetto che andrebbe migliorato è la tassazione sull’acquisto e l’importazione di opere d’arte. Fortunatamente, la primavera scorsa, è stato presentato un disegno di legge in cui è previsto l’abbattimento significativo di queste aliquote. Aiuterebbe la crescita dell’intero settore e la competitività con concorrenti esteri.

AS: Da ultimo, quale suggerimento daresti per aiutare i giovani ad appassionarsi all’arte contemporanea?

EC: Ai clienti che si approcciano per la prima volta al collezionismo di arte contemporanea o semplicemente alle persone che chiedono informazioni rispetto all’estetica e alle dinamiche del contemporaneo, faccio sempre un semplice esempio: immaginare l’arte come un linguaggio, un idioma. Se non ci si applica e non lo si “frequenta”, non lo si parlerà mai. 

Visitando periodicamente le gallerie, le fiere, i musei e documentandosi su riviste e online allora si acquisiranno informazioni utili non solo ai fini del comprendimento di una determinata opera o della pratica di un artista, ma soprattutto alla formazione personale di un gusto visivo, di una sensibilità estetica.

ECC – Emanuele Catellani Contemporary

www.eccontemporary.com

Andrea Savino
Andrea Savino
Andrea Savino (n.1991) è un dottore commercialista e revisore legale di Torino specializzato in diritto e fiscalità internazionale. Membro della commissione economia della cultura del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, già presidente della commissione cultura dell'Unione Nazionale Giovani Dottori commercialisti, nonché membro della Commissione Internazionalizzazione e Fiscalità Internazionale dell’UNGDCEC - Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti e ricercatore dell’Istituto Universitario di Studi Europei (IUSE).

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

No Time, No Space: Miart 2024 apre le porte all’arte a Milano

Ieri sera si è inaugurata la 28esima edizione di miart, orchestrata magistralmente per il quarto anno da Nicola Ricciardi, si è inaugurata a Milano...

MIA Photo Fair 2024: scopri il cambiamento nella fotografia d’arte

Dal 11 al 14 aprile 2024, si terrà la tredicesima edizione di MIA Photo Fair nella nuova sede di Allianz Mi.Co, in concomitanza con Miart. Il...

Sotheby’s punta al nuovo record per Lucio Fontana

Un’opera fondamentale del più famoso corpus di opere di Lucio Fontana: "Concetto spaziale, La fine di Dio", verrà offerta da Sotheby’s a New York a maggio con una stima di $20 - 30 milioni

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!