22.1 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Oggetti dell’altro mondo: una collezione di arte etnografica a Parma

del

Un luogo che celebra l’incontro delle culture attraverso oggetti che arrivano da tutto il mondo. Il museo di arte cinese ed etnografico di Parma nasce più di un secolo fa, nel 1901, per opera di Mons. Guido M. Conforti che – non fatico a definire – un collezionista d’altri tempi.

Catturato dall’estetica di alcuni oggetti cinesi scoperti durante i suoi viaggi missionari, Mons. Conforti cominciò a raccogliere ceramiche, bronzi, avori, monete, arredi intarsiati, stampe e dipinti, abbigliamento e oggetti di uso quotidiano quasi a testimonianza di un mondo oltre quello europeo, lontano geograficamente e culturalmente, ma che non doveva rimanere sconosciuto.

La collezione oggi esposta e conservata a Parma negli spazi della Fondazione Culturale Saveriana si stabilisce proprio con questo intento, possiamo dire, formativo ed educativo intorno alla cultura cinese. Poi accanto a questi oggetti, nei decenni se ne sono accumulati altri di natura etnografica in senso più generale.

E così, quello che un tempo era l’obiettivo di un collezionista sui generis come era Mons. Conforti, è diventata oggi la mission principale dell’Istituzione: far conoscere, attraverso la fisicità degli oggetti artistici e di uso quotidiano, “un’umanità senza confini e ricca di diversità”.

Ho incontrato Chiara Allegri, direttrice del museo, che mi ha raccontato il grande lavoro sistematico che c’è dietro la gestione di una collezione così varia. Sì, perché non si tratta solo di trasmissione di cultura, ma anche di conservazione materiale di pezzi che fisicamente possono trasmettere questa cultura.

E allora c’è bisogno di un buon sistema di catalogazione, associato a schede conservative aggiornate costantemente. E poi c’è bisogno di una ricerca costante, che tenga viva la collezione e che non la faccia impolverare, ma anzi, la renda attrattiva e accessibile per studiosi e ricercatori. E poi ancora ci vuole apertura verso il territorio, strumenti di divulgazione efficaci in grado di far arrivare l’importanza di una collezione prestigiosa, significativa e ancora oggi molto attuale.

Il Museo di arte cinese e etnografico di Parma è una collezione importante messa in moto e tenuta viva da una progettualità lungimirante. Non bastano queste poche righe per raccontare la prospettiva della direttrice e dell’intero museo, ma l’intervista qui sotto può aiutare chiunque possieda oggetti etnografici o abbia una passione per questa particolare espressività e apertura verso nuove forme culturali a capire come interfacciarsi con un patrimonio diverso.  

Francesca Gasparetto
Francesca Gasparetto
Restauratrice-conservatrice di formazione con una passione per il data management e la documentazione digitale delle collezioni d'arte. E’ autrice di diverse pubblicazioni scientifiche sul tema della documentazione per la conservazione del Patrimonio. Collabora con l’Università degli Studi di Urbino nell'ambito di progetti internazionali sul tema della conservazione del Patrimonio e tiene un corso sulla documentazione digitale. E’ co-fondatrice della start-up arturo, società che si occupa di conservazione e documentazione delle collezioni d’arte.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Il restauro delle opere d’arte, nella prospettiva del diritto

Prima parte Nell'ambito del diritto dell'arte, il tema del restauro delle opere riveste un'importanza cruciale, ponendo al centro della riflessione una serie di questioni di natura...

“Exposed Torino”: la fotografia diviene protagonista della città

Nel mese di Maggio (2/05/2024 – 2/06/2024) si è tenuto a Torino il Festival di Fotografia “Exposed” che ha animato la città con mostre ed eventi,...

Asta Gigarte un viaggio nell’arte moderna e contemporanea italiana

Gigarte Casa d'Aste è lieta di presentare la 31ª asta di arte moderna e contemporanea il 10 giugno alle ore 17.00, un'eccezionale esposizione curata da...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!