14.5 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

New York: Sotheby’s e la grande serata di Romare Bearden

del

Con un totale di 119.209.650 $ la Contemporary Evening Auction di ieri sera ha chiuso il trio delle aste serali di Sotheby’s e inserite nel suo programma delle marquee sales di novembre a New York.

La serata parte subito forte con l’incredibile record dell’artista Romare Bearden che vede il suo The Street del 1975 venduto per 1.109.000 $ – contro una stima in catalogo di 500-700.000$ – sgretolare il suo precedente record d’asta di 770.200 $ realizzato lo scorso anno sempre da Sotheby’s New York.

E’ la prima volta che l’artista e scrittore afroamericano, famoso per i suoi collage e fotomontaggi, supera con un suo lavoro il milione di dollari. Ci riesce con un’opera che appartiene alla sua seconda stagione creativa che, tra gli anni Cinquanta e Sessanta, lo vede abbandonare l’astrazione del periodo precedente per dedicarsi al fotomontaggio e al collage, tecniche che ne hanno decretato il successo come artista contemporaneo.

 

Lotto 101 – Romare Bearden, The Street, 1975. Paper collage on board, 95.6 x 129.9 cm. Courtesy: Sotheby’s

Subito dopo anche Mirror #1 di Roy Lichtenstein fa registrare un’ottima performace e viene venduto per 4.618.000 $, superando di gran lunga la stima massima di 2.5 milioni. Eccezionale anche il risultato di Christopher Wool presente al lotto 103 con un Untitled valutato in catalogo 6-8 milioni che passa di mano per la bellezza di 13.190.250 $.

Si comporta bene anche Ominous Land di Philip Guston, aggiudicato per 9.456.000 $, mentre rimane ai box Made in Japan II di Jean Michel-Basquiat, uno dei pezzi forti del catalogo di Sotheby’s. Non delude, invece, il secondo Lichtenstein a salire sul “palco” della Contemporary Evening Auction di ieri: Bedroom at Arles (Study), venduto cper 4.255.000 $ contro una stima massima di 1.2 milioni.

Ottimo risultato anche per Face It di Ed Ruscha, stimato 400-600.000 $ e passato di mano per 3.287.000 $. E non da meno è Cecily Brown che nella serata di ieri realizza alcuni dei suoi migliori risultati di sempre con due aggiudicazioni sopra i 6 milioni: Spree, venduto per 6.583.600 $, e Bend Sinister per 6.353.700 $.

 

Lotto 103 – Christopher Wool, Untitled, 1955. Enamel on aluminum, 198.1 x 152.4 cm. Courtesy: Sotheby’s

Poco dopo, ancora Roy Lichtenstein, in gran spolvero, vede il suo Two Paintings: Craig… del 1983 cambiare proprietario per 20.371.500 $. Le opere si susseguono e raggiungono quasi sempre le aspettative, a parti tari casi. Vanno bene anche gli italiani in catalogo – Manzoni, Boetti e Fontana – con la nostra arte che sembra essere tornata nei radar del grande collezionismo dopo qualche anno di difficoltà.

Si prosegue, così, sereni verso la fine dell’asta con un secondo invenduto e un nuovo guizzo di Romare Bearden che, dopo il record, piazza la sua seconda aggiudicazione più alta di sempre con la tela The Cardplayers, ultimo lotto della serata, venduta per 1.024.300 $.

La carriera di Bearden come pittore inizia nel 1940 con la sua prima mostra personale ad Harlem e poi un’altra, quattro anni dopo, alla G Place Gallery di Washington, DC, mentre prestava servizio nell’esercito. Nel 1945, poco dopo il suo congedo, si unì alla Kootz Gallery sulla 57th Street, dove espose per i successivi tre anni. Ha poi viaggiato a Parigi  dove ha studiato filosofia alla Sorbona. Al suo ritorno a casa ad Harlem, sposò Nanette Rohan nel 1954. Due anni dopo si trasferirono in un loft in Canal Street.

 

Lotto 115 – Roy Lichtenstein, Two Paintings: Craig…, 1983. Oil and Magna on canvas. 121.9 x 91.4 cm.

È entrato a far parte della galleria Cordier & Ekstrom nel 1961 ed è stato rappresentato da loro per il resto della sua vita. Nel 1963, Bearden, Hale Woodruff, Charles Alston, Norman Lewis e altri formarono il gruppo Spiral per promuovere il lavoro degli artisti neri ed esplorare i modi in cui potevano contribuire al movimento per i diritti civili in corso. Nel 1964, è stato nominato primo direttore artistico dell’Harlem Cultural Council, un importante gruppo di difesa degli afroamericani. Fu eletto all’American Academy of Arts and Letters nel 1972. Morì a New York nel 1988.

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany il primo blog italiano dedicato al mercato e al collezionismo d’arte contemporanea. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura. Nel 2019 e 2020 ha collaborato al Report “Il mercato dell’arte e dei beni da collezione” di Deloitte Private. Autore di vari saggi su arte e critica in Italia tra Ottocento e Novecento, ha recentemente pubblicato la guida “Comprare arte” dedicata a chi vuole iniziare a collezionare.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

No Time, No Space: Miart 2024 apre le porte all’arte a Milano

Ieri sera si è inaugurata la 28esima edizione di miart, orchestrata magistralmente per il quarto anno da Nicola Ricciardi, si è inaugurata a Milano...

MIA Photo Fair 2024: scopri il cambiamento nella fotografia d’arte

Dal 11 al 14 aprile 2024, si terrà la tredicesima edizione di MIA Photo Fair nella nuova sede di Allianz Mi.Co, in concomitanza con Miart. Il...

Sotheby’s punta al nuovo record per Lucio Fontana

Un’opera fondamentale del più famoso corpus di opere di Lucio Fontana: "Concetto spaziale, La fine di Dio", verrà offerta da Sotheby’s a New York a maggio con una stima di $20 - 30 milioni

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!