16.3 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Aste: è Mark Bradford l’uomo della serata da Phillips

del

«Sembra quasi che i collezionisti vogliano fare delle offerte ma senza farsi vedere», twitta a metà asta il corrispondente di Art Market Monitor seduto nella sale room di Phillips per assistere alla 20th Century & Contemporary Art Evening Sale. E come dargli torto. L’asta di stasera al n. 30 di Berkeley Square fila via come una fucilata – poco più di 45 minuti per battere 30 lotti -, ma senza grandi sussulti. Lotto dopo lotto le opere raggiungono, talvolta un po’ a fatica, le aspettative pre-asta e niente di più. L’unico risultato veramente degno di nota è quello di Rat Catcher of Hamelin III di Mark Bradford (n. 1961) che, presentata in catalogo con una stima di 1.5-2 milioni di sterline, viene battuta a 3.200.000 £, ad un passo dal record d’asta dell’artista californiano realizzato il 14 ottobre 2015 sempre da Phillips con l’opera Constitution IV aggiudicata per 3.300.000 £.

Lotto 6 - Mark Bradford, Rat Catcher of Hamelin III, 2010
Lotto 6 – Mark Bradford, Rat Catcher of Hamelin III, 2010

Per trovare un’altra opera che superi la stima massima in catalogo, dobbiamo attendere il lotto 17: Mountain and Sea, scultura di Antony Gromley aggiudicata a 330.000 £. Non delude Rudolf Stingel il cui Untitled del 2007, presentato con una stima di 1.5-2 milioni di sterline, raggiunge un hammer price di 1.500.000 £. Di fatto la terza aggiudicazione più alta della serata. Qualche perplessità, invece, la suscita il risultato di 20 Pink Mao’s, l’opera di di Andy Warhol che guidava l’asta (lotto 9, stima: 4-6 milioni £): le offerte raggiungono facilmente la stima minima di 4 milioni di sterline, poi un altro offerente rialza: 4.1… venduta. Un prezzo decente, ma Warhol sembra non riuscire più a scaldare il mercato.

Lotto 4 - Rudolf Stingel, Untitled, 2007
Lotto 4 – Rudolf Stingel, Untitled, 2007

Lo scalda, invece, Gerhard Richter. Il suo piccolo Abstraktes Bild (767-2) – 62.2×62.2 cm – viene conteso da numerosi acquirenti fino ad essere aggiudicato a 900.000 £ contro una stima di 800.000-1.200.000 £. E due lotti dopo, al numero 15, si comporta bene anche Günther Förg, il cui Untitled del 2007 raggiunge agilmente la stima massima di 120.000 £. Förg, peraltro, è tra gli artisti più desiderati del momento: in una interessante classifica pubblicata a giugno da Artprice, compare al 6° posto tra coloro che hanno avuto più transazioni tra il 2015 e il 2016: 193 opere vendute in asta per un fatturato superiore ai 10 milioni di sterline.

Lotto 13 - Gerhard Richter, Abstraktes Bild (767-2), 1992.
Lotto 13 – Gerhard Richter, Abstraktes Bild (767-2), 1992.

A parte questi risultati, però, nella sale room di Phillips questa sera sembrava regnare più che altro la cautela e, complice un catalogo non certo esaltante, l’asta serale oggi si è chiusa con un totale di poco superiore ai 15 milioni di sterline. Cifra che sale a 17.9 milioni se si aggiunge il buyer’s premium. Le aspettative sono state comunque rispettate (14.8-21.3 milioni) e anche il tasso di vendita in lotti è buono (80%): solo 4 gli invenduti e 2 i lotti ritirati. Tra questi un’opera di Alex Israel uno dei golden boy protagonisti dell’ultima bolla speculativa del mercato – correva l’anno 2014 – oggi un po’ in “disgrazia” come molti suoi colleghi.

 

Domani è la volta della prima Italian Sale

 

L’attesa è finita, e domani (6 ottobre), subito dopo la Post-War & Contemporary Evening AuctionChristie’s batterà la sua Italian Sale 2016. 60 i lotti in catalogo con una aspettativa tra i 18.1 e i 25.4 milioni di sterline. Protagonisti assoluti della vendita: Alighiero Boetti e Lucio Fontana, i più rappresentati in termini di opere. Anche se i lotti più importanti del catalogo sono Due uomini che camminano di Michelangelo Pistoletto (Lotto 113, stima: 700.000 – 1 mln £); Coda di Delfino di Pino Pascali che si è guadagnata anche la copertina del catalogo (Lotto 118, stima: 1.5-2 mln £);  Uomo appoggiato sempre di Pistoletto (Lotto 128, stima: 1.4-1.8 mln £), Nero Legno di Alberto Burri (Lotto 141, stima 1.8-2.5 mln £) e Tutto di Alighiero Boetti (Lotto 148, stima: 1.8-2.2 mln £). Ma da tenere sott’occhio sono anche i lavori di Mario Schifano e Tano Festa e le “new entry” Franco Grignani, Ettore Spalletti e Carol Rama.

NOTA: i risultati d’asta riportati nel presente articolo non comprendono il buyer’s premium.

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany il primo blog italiano dedicato al mercato e al collezionismo d’arte contemporanea. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura. Nel 2019 e 2020 ha collaborato al Report “Il mercato dell’arte e dei beni da collezione” di Deloitte Private. Autore di vari saggi su arte e critica in Italia tra Ottocento e Novecento, ha recentemente pubblicato la guida “Comprare arte” dedicata a chi vuole iniziare a collezionare.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Il Ponte presenta l’asta di arte moderna e contemporanea

Il prossimo 28 maggio, la casa d'aste Il Ponte invita collezionisti, appassionati e curiosi ad un viaggio indimenticabile attraverso i capolavori dell'arte moderna e contemporanea. L'asta...

La due diligence nel mondo dell’arte: l’acquisto diligente di opere

L'acquisto di un'opera d'arte non è semplicemente un investimento monetario, ma un'esperienza culturale ed emotiva. Per garantire tuttavia che tale investimento sia sicuro e soddisfacente,...

Maratona dell’arte a New York: cambiano i ritmi delle vendite

La maratona delle due settimane dell'arte a New York, tra fiere e aste, è ufficialmente iniziata il 1° Maggio con l'apertura di Frieze New York presso lo Shed....

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!