11.5 C
Pesaro
domenica, Novembre 27, 2022

Da Basquiat alla Deutsche Bank Collection: ecco la 20th Century Art Evening Sale di Christie’s

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Ancora pochi giorni e avrà inizio la 20th Century Art Evening Sale di Christie’s, cuore di una serie di tre vendite serali globali trasmesse in streaming il 23 marzo prossimo e che richiameranno collezionisti di diverse aree geografiche e fusi orari.

Ad inaugurare la serata sarà, così, l’opera Warrior di Jean-Michel Basquiat a cui è dedicata la single-lot evening sale intitolata We Are All Warriors – The Basquiat Auction, che si terrà ad Hong Kong. Il capolavoro, che rappresenta l’apice della produzione creativa di Basquiat, è destinato a diventare l’opera d’arte occidentale più costosa mai offerta in Asia con una stima in catalogo di 31-41.000.000 $.

 

LOTTO 1 – JEAN-MICHEL BASQUIAT, Warrior, 1982. Acrylic, oilstick and spray paint on wood panel, 183 x 122 cm.

Una vendita, quella del “guerriero” di Basquiat, che, oltre a rappresentare una pietra miliare per il mercato dell’arte occidentale in Asia, proseguirà anche quel dialogo stabilito già nell’autunno scorso tra i più importanti hub culturali del mondo e che, a suo modo, sta ridefinendo la geografia del mercato dell’arte: Londra-Parigi ad ottobre e Hong Kong-New York a dicembre 2020.

Subito dopo questo prezioso “cameo”, i riflettori si sposteranno su Londra dove entrerà nel vivo la 20th Century Art Evening Sale  con il suo catalogo di 56 lotti che comprende, tra gli altri, due capolavori di Pablo Picasso relativi a due distinte stagioni della sua carriera: Femme nue couchée au collier (Marie-Thérèse) del 1932 – valutata tra i 9 e i 15 milioni di sterline – e Femme assise dans un fauteuil noir (Jacqueline) del 1962, stimata 6-9 milioni.

LOTTO 18 – PABLO PICASSO, Femme nue couchée au collier (Marie-Thérèse), 1932. Oil on canvas, 40.6 x 40.6 cm. Courtesy: Christie’s

Entrambi i dipinti provengono da un’importante collezione francese che include lavori di importanti artisti d’avanguardia. È il caso di Deux femmes couchées di Fernand Léger (stima: £ 1.200.000-1.800.000) appartenente a una serie rivoluzionaria di dipinti e opere su carta create dall’artista tra il 1912 e il 1914: Contrastes de formes. Di Alexander Calder troviamo, invece,  Submarine Christmas Tree  del 1947 (stima: £ 4.000.000-6.000.000).

In catalogo abbiamo poi Paysage du Pas-de-Calais III (stima: £ 2.500.000-3.500.000), uno dei tre dipinti monumentali con lo stesso titolo che Jean Dubuffet dipinse nell’agosto del 1963. E sempre dello stesso artista è proposto il bizzarro Le vase de barbe del 1959 (stima: £ 2.000.000-3.000.000). Un’opera eccezionale, rara per le sue dimensioni impressionanti, tratta dalla sua celebre serie Barbes

 

LOTTO 13 – ALEXANDER CALDER, Submarine Christmas Tree, 1947. hanging mobile—sheet metal, wood, wire, string, paint and graphite, 224.8 x 218.4 x 41.9cm. Courtesy: Christie’s

Infine, sempre dalla stessa collezione proviene anche Pièges, opera di grandi dimensioni del 1946 a firma di Jean Fautrier (stima: £ 1.000.000-1.500.000) che l’ha realizzata con strati di pittura ad olio e carta incollati su tela.

Interessante anche il focus sull’arte tedesca proposto da questa asta e che contempla opere seminali come Drei Hütten am Hügel, Rote Hütten del 1919 di Ernst Ludwig Kirchner (stima: £ 500.000-700.000) o Verlängerte Strasse der Freiwilligen del 1987 di Albert Oehlen (stima: £ 800.000-1.200.000).

Per non parlare di Ohne Titel di Gerhard Richter, uno tra gli esempi più grandi e raffinati degli oli su carta realizzato dall’artista nel 1989 (stima: £ 1.000.000-1.500.000).

 

LOTTO 25 – GERHARD RICHTER, Ohne Titel (Untitled), 1989. Oil on paper, 152 x 102.3cm. Courtesy: Christie’s

Arricchiscono il catalogo di Christie’s alcune opere provenienti dalla Deutsche Bank Collection della quale, nei prossimi anni, la casa d’asta metterà in vendita una selezione di circa 200 opere per finanziare I futuri acquisti di arte contemporanea della banca. 

Tre quelle presenti in questa occasione abbiamo Kirche über Stadt di Lyonel Feininger del 1927 (stima: £ 1.200.000-1.800.000), Exodus (Col de Sfa bei Biskra) di Oskar Kokoshka del 1928 (stima: £ 350.000-550.000) e Schwangeres Mädchen di Ernst Barlach del 1924(stima : £ 350.000-550.000).

 

LOTTO 26 – LYONEL FEININGER, Kirche über Stadt, 1947. Oil on canvas, 79.5 x 99.5 cm. Courtesy: Christie’s

Non manca poi, all’interno della proposta di questa asta di 20th Century Art, un’interessante selezione di pittori contemporanei tra i quali segnaliamo: Lynette Yiadom-Boakye, presente con il dipinto The Like Above All Lovers del 2013 presentato come parte della mostra dell’artista per il Turner Prize a Derry / Londonderry; Joy Labinjo con No Wahala del 2019; Issy Wood con Over Armour (non-linear, non-violent) sempre del 2019 e Claire Tabouret con la monumentale The Last Day del 2016.

Subito dopo la 20th Century Evening Sale si terrà, sempre da Londra,  The Art of the Surreal Evening Sale che, tra le altre opere, comprende alcuni capolavori della Collezione di Claude Hersaint – uno dei più importanti collezionisti di arte surrealista del XX secolo – guidati dall’iconico Le mois des vendanges di René Magritte.

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

Diario newyorkese 2.6: lo Storm King Art Center

Una passeggiata tra le sculture dello Storm King Art Center, un museo all’aperto fondato nel 1960 nella Hudson Valley che si estende su un territorio di 500 acri.

Balla, Burri e i tesori dell’arte italiana in asta dal Ponte

Tra le opere in catalogo anche tre carte provenienti dalla prestigiosa collezione Jucker di Milano. De Chirico, Morandi, Mirò, Modigliani, Accardi, Manzoni, Scheggi e Boetti tra i top lot.

Perché il mercato dell’arte non parla di conservazione?

Ma perchè, scorrendo i programmi delle principali fiere d'arte del mondo, non riusciamo a trovare sezioni dedicate al tema della conservazione?

Articoli correlati