5.1 C
Pesaro
mercoledì, Gennaio 26, 2022

New York: Giorgio Morandi infiamma l’asta online di Sotheby’s

del

New York. La prima Day Sale online di Impressionist & Modern Art Day Sale della storia di Sotheby’s si è conclusa, ieri pomeriggio, con un totale record per un’asta online di 9.9 milioni di euro. Altissima la partecipazione che ha visto collezionisti provenienti da oltre 30 paesi e ogni lotto (113 quelli in catalogo) conteso da una media di 3,5 offerenti.  Il 29% degli acquirenti, rende noto la casa d’aste, non aveva mai partecipato ad un’asta di Sotheby’s.

La vendita è stata guidata dalla Natura morta di Giorgio Morandi del 1951, che ha realizzato 1.6 milioni di dollari, il prezzo più alto per qualsiasi lotto venduto in una vendita online da Sotheby’s. Il precedente record era detenuto dal Premio Nobel per le scienze economiche di Friedrich von Hayek, venduto per 1.51 milioni nel 2019.

Stimata 1-1.5 milioni di dollari la Natura Morta protagonista di questa eccezionale asta si distingue per la bottiglia bianca di olio scanalata, forse il più riconoscibile e iconico di tutti i suoi soggetti. Tanto che appare già in alcuni dei suoi primi lavori della metà degli anni ’10. Morandi ha ripetutamente dipinto gli stessi oggetti nel corso di diversi decenni e questi “gruppi”, a chi conosce bene il suo lavoro, danno quasi la sensazione di riunioni di famiglia. La profonda influenza di Morandi sull’arte contemporanea è indiscutibile, compresa quella sul lavoro di Wayne Thiebaud, Agnes Martin, Philip Guston e Sean Scully, e si estende persino all’architetto contemporaneo Frank Gehry.

Nell’ultima settimana, Sotheby’s con le sue Online Day Sales di Contemporary Art (conclusasi il 14 maggio) e di Impressionist & Modern Art ha totalizzato complessivamente 23.6 milioni di dollari. Un fatturato importante per delle vendite online che portano il totale 2020 del commercio elettronico di Sotheby’s a oltre 110 milioni di questo 2020: 1.5 volte i risultati dell’intero 2019. Ma un totale decisamente contenuto se si pensa che, questo, tradizionalmente sarebbe stato un momento importante nel calendario del mercato dell’arte internazionale.

Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

Arte Contemporanea e Fotografia: calendario aste italiane (1° semestre 2022)

Online il calendario (in progress) delle aste di arte moderna e contemporanea che si terranno in Italia nel primo semestre 2022.

A cosa serve una mostra (pt.2). Raccomandazioni conservative per prestare in sicurezza la tua collezione

Il prestito delle opere d’arte per mostre di un certo spessore dona lustro alla propria collezione. Ma come fare a prestare in totale sicurezza e con la garanzia che ciò che parte tornerà nelle stesse condizioni? Alcuni passaggi a cui fare attenzione e alcuni strumenti di cui avvalersi per prestare in serenità.

“Il collezionismo è anche istinto”: intervista a Lorenzo Perini Natali

La sua raccolta è in continua espansione e sogna un giorno di poterla condividere con il pubblico.

Articoli correlati

2 COMMENTS

  1. Quando quando quando il governo italiano si renderà conto che la notifica deprime il mercato dell’arte e punisce gli artisti e la loro fama? Morandi l’esempio più eclatante: dubito che questo quadro magnifico avrebbe superato il milione/milione e due di euro da noi. On line, poi, non avrebbe avuto quartiere. Perché questo? Non ha senso e non è giusto. Basta con il protezionismo esiziale e promotore del bieco sottobosco in Italia mentre all’estero tutto è legittimamente alla luce del sole e tutto brilla! Anche con i nostri tesori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here