8.7 C
Pesaro
giovedì, Dicembre 1, 2022

Macklowe: una collezione da 922.2 milioni di $

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

“La vendita da record della Collezione Macklowe rappresenta un evento storico e di riferimento nel mercato dell’arte”. Così, Charles F. Stewart, amministratore delegato di Sotheby’s, ha commentato l’incredibile risultato realizzato ieri sera a New York con la seconda asta dedicata alla collezione dei coniugi Harry e Linda Macklowe. I 30 lotti in catalogo, infatti, sono stati tutti aggiudicati e la vendita si conclusa con un fatturato di 246.1 milioni di dollari.

Cifra che, sommata ai 676.1 milioni realizzati nel novembre scorso con la prima asta, porta il totale a 922.2 milioni di dollari, con un valore medio di ciascun lotto di 14,2 milioni di dollari: un record assoluto per un’asta single owner di Sotheby’s. Insieme, inoltre, le 65 opere hanno superato la stima combinata di pre-vendita (607-855 $ milioni) con un tasso di venduto in lotti del 100%.

L’aggiudicazione più alta della sterata è stata quella realizzata da un capolavoro inedito di Mark Rothko del 1960, venduto per 48 milioni di dollari. Subito dopo Untitled (1961) di Willem de Kooning ha raggiunto i 17.8 milioni al termine di una battaglia tra sei contendenti, superando ampiamente la stima pre-asta di 7-10 milioni.

Anche la seconda asta di Sotheby’s dedicata alla Macklowe Collection si è conclusa con il 100% di lotti venduti. Courtesy: Sotheby’s

Allo stesso modo, Early Morning Happiness di Agnes Martin ha triplicato la sua stima massima raggiungendo i 9.9 milioni di dollari, mentre, verso metà asta, il suo Untitled# 11 è stato venduto per 6 milioni. Self Portrait (1986) di Andy Warhol è stato, invece, acquistato da un collezionista giapponese per 18.7 milioni di dollari. Cambia proprietà per 6.1 milioni, al termine di dieci minuti di rilanci, Mirror #9 di Roy Lichtenstein.

Infine, da segnalare le ottime performance realizzate dai tedeschi Sigmar Polke e Gerhard Richter. Di Polke erano in catalogo due lavori: il raro Plastik-Wannen del 1964, che ha raggiunto i 6.2 milioni, e The Copyist (1984) passato di mano per 6.1 milioni. Per quanto riguarda Richter, invece, il suo monumentale Seestück ha raggiunto i 30.2 milioni di dollari.

All’asta hanno partecipato collezionisti da 30 paesi e 4 continenti diversi con il 50% dei lotti che hanno superato la massima aspettativa.

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

Aste: record per Carla Accardi da Dorotheum

Con Animale immaginario (1988) l'artista infrange, per la prima volta, il tetto dei 300.000 euro e conferma l'ottimo stato di salute del suo mercato.

Il copyright non farà per Banksy, ma (per il momento) i marchi registrati sì

Laugh Now But One Day I'll Be in Charge, il marchio figurativo europeo che riproduce la famosa opera di Bansky una scimmia con un cartello pubblicitario è salvo

Colmare il vuoto. Il trattamento delle lacune come cuore del restauro

Il trattamento delle lacune di un’opera d’arte è forse il cuore di tutti i problemi del restauro. Una questione che, secondo Cesare Brandi, richiede prima di tutto una riflessione teorica.

Articoli correlati