20.2 C
Pesaro
martedì, Maggio 17, 2022

Sotheby’s: “Guanti bianchi” per la Macklowe Collection. Record per Pollock

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Incredibile a dirsti, ma la serata newyorchese di ieri da Sotheby’s ha portato una nuova asta white glove per il mercato dell’arte. Ad andare completamente venduta, questa volta, è stata la prestigiosa Mecklowe Collection a cui avevamo dedicato un approfondimento nelle scorse settimane.

I 34 lotti proposti in vendita nella sale room al 1334 di York Ave, a firma di alcuni dei maggiori artisti internazionali degli ultimi 80 anni, hanno totalizzato 676.1 milioni di dollari. 

A guidare l’asta:  No. 7 (1951) di Mark Rothko,  venduto per 82.5 milioni $; Le Nez di Alberto Giacometti, che ha raggiunto 78.4 milioni, Numero 17 (1951) di Jackson Pollock passato di mano per 61.2 milioni $ rinnovando così, dopo 8 anni, il record d’asta dell’artista, mentre il monumentale Untitled di Cy Twombly ha cambiato proprietario per 58.9 milioni di dollari.

 

LOTTO 11 – Jackson Pollock, Number 17, 1951. Venduta per 61.161.000 $ durante l’asta The Macklowe Collection di Sotheby’s, questa tela ha realizzato il nuovo record dell’artista americano. Courtesy: Sotheby’s

Nella Top 10 dell’asta di Sotheby’s tutti i pezzi di maggior pregio di un catalogo veramente unico: le Nine Marilyns di Andy Warhol sono state vendute per 47.3 milioni $ e le Sixteen Jackies per 33.8 milioni. Mentre l’Abstracktes Bild di Gerhard Richter è stato battutto per 33 milioni.

Bene anche la scultura Figure (Projet pour un monument à Guillaume Apollinaire) di Pablo Picasso che ha cambiato collezione per 26.3 milioni di dollari. Tutte aggiudicazioni che hanno rispettato a pieno le aspettative per-asta.

 

LOTTO 6 – Agnes Martin, Untitled #44, 1974. Venduta per 17.728.800 $ durante la The Macklowe Collection di Sotheby’s, questa tela ha realizzato il nuovo record dell’artista. Courtesy: Sotheby’s

Tra le performace più interessanti della serata sono poi da segnalare quelle dell’Untitled XXXIII di Willem De Kooning, che ha ampiamente superato la stima massima per essere venduto a 24.393.000 $; mentre Untitled #44 di Agnes Martin ha sfiorato i 18 milioni di dollari partendo da una stima di 6-8.000.000 $ e infrangendo il precedente record di 10.693.000 $ stabilito, sempre da Sotheby’s, nel 2016.

Manca di poco il nuovo primato, invece, Philip Guston, il cui Strong Light è passato di mano per 24.393.000 $ contro l’attuale record di 25.883.750 $ realizzato nel 2013 da Christie’s New York. Ottima anche la performance di Rasterbild mit Palmen, lavoro del 1966 di Sigmar Polke venduto per 21.520.500 $ e presentato in catalogo con una stima massima di 12.

Tra gli artisti espressione delle generazioni più recenti, ottimo il risultato di Tauba Auerbach presente in catalogo con un pezzo della serie “Fold” – molto ricercata negli anni ruggenti del cosiddetto “Zombie Formalism” – proposto in asta con una stima di 500-700.000 $ e venduto per 1.835.000 $.

 

Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

Macklowe: una collezione da 922.2 milioni di $

Guanti bianchi e un totale di 246.1 milioni di dollari per la seconda asta di Sotheby's dedicata alla Macklowe Collection. Con la vendita del novembre scorso il valore della collezione vola oltre i 920 milioni.

Mostre: parte da Roma la (ri)scoperta di Gustavo Bonora

Alla Medina Art Gallery di Roma, una piccola ma significativa retrospettiva dedicata all'artista milanese scomparso otto anni fa.

Neon 1981 – 2022 andata e ritorno: inaugurata la mostra al MAMbo

E' stata inaugurata, questo giovedì, al MAMbo di Bologna la Mostra “NO, NEON, NO CRY” che rimarrà aperta gino al 4 giugno. Ne abbiamo parlato con Gino Gianuizzi

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here