8.8 C
Pesaro
giovedì, Dicembre 1, 2022

Londra: pioggia di record nell’asta di Phillips

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Se le serate di Sotheby’s e Christie’s sono state quelle dei grandi nomi e delle aggiudicazioni milionarie, la evening sale di Phillips è stata certamente quella dei recordben 7 quelli realizzati durante la vendita – e dei tassi di venduto migliori:  96% in valore e il 93% in lotti, per un totale di 25.251.900 £.

Guidata da Negerplastik, opera del 1968 di Sigmar Polke aggiudicata per 3.047.500 £, l’asta è stata caratterizzata da una certa vivacità che ha seguito il grande interesse che già l’esposizione dei lotti aveva riscosso.

Grazie ad una selezione molto ricercata e, come si dice in gergo, cutting-edge, con addirittura l’82% dei lotti che appriva per la prima volta in asta e opere seminali di artisti come Sigmar Polke, Marlene Dumas e Albert Oehlen, ha saputo, infatti, attirare l’attenzione di collezionisti provenienti da ben 46 paesi.

Una platea che ha dato origine ad una vera e propria battaglia di offerte per una vendita che si aperta con il nuovo record d’asta di Serge Attukwei Clottey, seguito rapidamente dai primati di Jadé Fadojutimi, Tunji Adeniyi-Jones, Issy Wood, Sanya Kantarovsky, Shara Hughes e André Butzer. 

La Top 10 delle aggiudicazioni durante la 20th Century & Contemporary Art Evening Sale di Phillips
Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

Aste: record per Carla Accardi da Dorotheum

Con Animale immaginario (1988) l'artista infrange, per la prima volta, il tetto dei 300.000 euro e conferma l'ottimo stato di salute del suo mercato.

Il copyright non farà per Banksy, ma (per il momento) i marchi registrati sì

Laugh Now But One Day I'll Be in Charge, il marchio figurativo europeo che riproduce la famosa opera di Bansky una scimmia con un cartello pubblicitario è salvo

Colmare il vuoto. Il trattamento delle lacune come cuore del restauro

Il trattamento delle lacune di un’opera d’arte è forse il cuore di tutti i problemi del restauro. Una questione che, secondo Cesare Brandi, richiede prima di tutto una riflessione teorica.

Articoli correlati