15.9 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Arte contemporanea in asta da Farsetti: un viaggio tra opere significative e nomi illustri

del

A Prato, nei giorni dell’1 e 2 dicembre, si svolgerà un evento di rilevanza nel panorama artistico: un’importante asta di arte moderna e contemporanea organizzata dalla casa d’aste Farsetti. Nel pomeriggio del 2 dicembre, sarà il momento di mettere all’incanto opere di arte moderna, con una selezione inedita di lotti che vantano la firma di artisti di spicco come Boccioni, Casorati, Severini, Campioli, Picasso e Guttuso.

Tuttavia, la mia attenzione si dirige in modo specifico verso l’asta di arte contemporanea che avrà luogo alle 11:00 di sabato 2 dicembre. Ciò che rende affascinante questo momento è la disposizione oculata dei lotti, che colloca le opere più significative in fondo alla mattinata. Allo stesso modo, intendo esplorare questo catalogo, che presenta senza dubbio una selezione di nomi e opere di rilievo che hanno segnato la fine del secolo scorso e l’inizio del XXI secolo.

Il primo lotto che merita la nostra attenzione è l’opera dell’artista Luca Pignatelli, il lotto “Afrodite” del 2003 (stima 8.000-14.000€). In questa opera l’artista dedica particolare attenzione ai dettagli, esplorando le connessioni tra passato e presente. Pignatelli ha il talento di integrare simboli e riferimenti storici nei suoi dipinti, creando opere moderne che conservano un profondo legame con la tradizione.

Lotto 305_Luca Pignatelli_Afroditee

Proseguiamo con il lotto 396 di Fenz Zhengjie, “Chinese Portrait 2004 n^11” del 2004, stimato tra 12.000 e 18.000€. Zhengjie, artista cinese, si dedica a ritratti stilizzati di donne, caratterizzati da lineamenti esagerati come occhi grandi e labbra prorompenti, creando un senso di straniamento e irrealtà. Utilizza colori vibranti e audaci, dando vita a un impatto visivo notevole.

Lotto 396_Feng Zhengjie_Chinese Portrait 2004 n. 11

Il lotto 358 di Mark Tobey, “Senza Titolo” del 1969 (stima 20.000-30.000€), ci introduce nell’universo di un artista particolarmente interessato alla calligrafia orientale. Le linee intrecciate in questa opera creano una sorta di rete o tessitura visiva, richiamando influenze orientali.

Lotto 358_Mark Tobey_Senza titolo

Altro artista di spicco è Zeng Chuanxing, il cui lotto 397 evidenzia una grande abilità nel curare dettagli anatomici ed espressivi. Utilizza una tavolozza ricca di colori e sfumature, con maestria nelle luci e ombre che conferiscono profondità ed enfatizzano i dettagli.

Tornando agli artisti italiani, segnaliamo il lotto 446 di Enzo Cucchi, “La Topina”, un’opera caratterizzata dall’uso audace del colore e forti contrasti, che creano vitalità e dinamismo. Il lotto 461 di Fausto Melotti, “Variazione Incatenata” del 1972, stimato tra 80.000 e 120.000€, è presente in asta insieme a diversi lotti di ceramiche e sculture. In quest’opera in particolare, si osserva una componente immateriale che conferisce agli elementi in ottone una dimensione quasi eterea.

Lotto 461_Fausto Melotti_Variazione incatenata

L’asta prosegue con un intrigante assortimento di artisti e opere che abbracciano diversi stili e periodi, tra cui il lotto 362 di Andy Warhol, “Ladies and Gentlemen” (stima 9.000-12.000€); l’opera di Giò Pomodoro, “Superficie in Tensione” (lotto 407 con stima 15.000-25.000€); e l’artista Dadamaino, rappresentato dal lotto 421 con una stima di 30.000-40.000€.

Tra i lotti con stime più elevate, spicca l’opera di Hans Hartung, “T1971-H3” del 1971 (stima 80.000-120.000€), caratterizzata da uno sfondo sfumato in contrapposizione al segno deciso che sottende un intervento carico di tensione e dinamismo.

Lotto 462_Enrico Castellani_Superficie bianca

A concludere questa lettura catalogo, presentiamo il “top lot” dell’asta, il Lotto 462 di Enrico Castellani, “Superficie Bianca” del 1995, con una stima di 130.000-170.000€. Quest’opera esplora la tridimensionalità della superficie, sfruttando rilievi geometrici e creando un effetto di movimento attraverso l’interazione tra ombre e luce.

Chiara Lorenzon
Chiara Lorenzon
Chiara Lorenzon, laureata in Storia dell'Arte, ha lavorato come assistente gallerista e nel servizio clienti di case d’aste. Dal 2023 collabora con Collezione da Tiffany.
Condividi
Tags

recenti

I marchi di istituti e luoghi della cultura: la legge sul made in italy ne incentiva adozione e valorizzazione

Negli ultimi anni musei, biblioteche ed archivi, privati e pubblici, hanno riversato un’attenzione crescente nella tutela dei propri segni distintivi, depositando le denominazioni e/o...

Nuovi elementi per il trattamento fiscale della vendita di opere d’arte

Il trattamento fiscale della cessione di opere d’arte secondo la sentenza della Suprema Corte di Cassazione n.6874 depositata lo scorso anno.

Vuoi vendere un’opera che hai in collezione senza muoverti di casa? Catawiki è al fianco dei nostri collezionisti.

Il primo appuntamento nato dalla collaborazione di Collezione da Tiffany con Catawiki è l'asta online dedicata alle opere Grafiche e ai Multipli dei grandi maestri italiani ed internazionali del 23 febbraio 2024.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente il Report Mercato Arte 2022!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai, ogni settimana, gratuitamente, contenuti esclusivi dedicati al collezionismo d’arte e consigli sulla conservazione delle opere, sugli aspetti legali, e su tutto ciò possa aiutarti a collezionare e conservare l’arte ed essere felice.

 

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente il nuovo Report Mercato Arte 2022!

Sono un collezionista

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!