15.9 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Zona Maco: l’arte contemporanea messicana brilla nella settimana dell’arte a Città del Messico

del

Si è appena conclusa un’intensa settimana dell’arte a Città del Messico (Febbraio 5-13), che ha saputo dimostrare come la scena artistica locale sia sempre più vibrante e in continua crescita.

Sono passati già 20 anni dalla prima edizione di Zona Maco, la fiera principale che si è sviluppata parallelamente alla scena artistica contemporanea messicana, la quale ha iniziato a fiorire alla fine degli anni Novanta ma che vanta una ricca tradizione pluridecennale con artisti, gallerie e la primissima fiera Expo Arte Guadalajara che aveva aperto la strada. 

Palpabile l’entusiasmo durante la Preview di Mercoledì 7 Febbraio, con gallerie locali come RGR, OMR e Traversia Cuatro hanno registrato praticamente il sold out nella prima giornata. 

Tanti i collezionisti (anche Italiani) e ma anche curatori e istituzioni che hanno colto il pretesto di questa art week per venire a visitare la sempre più vibrante scena artistica locale, in quello che sta diventando uno dei centri artistici ma anche di business, più interessante delle Americhe. L’economia e la situazione politica presentano oggi in Messico una stabilità relativa che permette confidenza negli acquisti con un numero di collezionisti in crescita, ma anche molti con una esperienza di anni.

Al centro dell’attenzione alcuni dei nomi appena annunciati per la prossima Biennale, oltre ad altri nomi consolidati del Latino America.

“Maco è un riflesso della crescente scena locale, di cui la fiera ha fatto parte e che ha stimolato”, afferma José Kuri, cofondatore di Kurimanzutto, un’altra delle principali gallerie locali che quest’anno festeggia il suo 25° anniversario e aprendo l’attesissima mostra di Gabriel Orozco, uno dei primi artisti messicani conosciuti all’estero. Malik Al-Mahrouky, Sales director e partner di Kurimanzutto riportato con entusiasmo importanti vendite a istituzioni europee e americane e a collezioni private, tra cui Carlos Amorales, Gabriel Kuri & Gabriel Orozco, Ana Segovia, Barbara Sanchez-Kane e Roberto Gil de Montes” 

Fra le giovani promesse del latino America la peruviana Wynnie Minerva ha presentato con Gathering Londra due opere monumentali che sono state poi acquisite da istituzioni,  dopo la recente mostra al New Museum a New York e altri progetti museali in programma. Sold out anche per la messicana Hilda Palafox da Monclova, con le sue enigmatiche opere pittoriche appropriazione al femminile del linguaggio della tradizione muralista e pre colombiana, con prezzi sui 20,000-25,000 USD. 

Altro nome fra artisti latinoamericani è il cubano Alejandro Piñeiro Bello, un cubano emergente, 34 anni quest’anno, che ha appena avuto uno Spotlight alla Rubell Foundation durante Miami, dopo aver esposto l’anno scorso nello spazio Pace di Seoul. La galleria ha in programma ora  una mostra personale nelle te gallerie londinesi, e a Zona Maco ha venduto subito  due opere, rispettivamente a 48.000 e 25.000 dollari.

Rispetto 20 anni fa, ad oggi la scena messicana è sicuramente più strutturata, con sempre più artisti messicani che espongono con gallerie internazionali, ma gallerie internazionali che hanno aperto in città. 

Fra queste, nuovo arrivo di quest’anno è stato Köning gallery, che si va ad aggiungere a Morán Morán di Los Angeles, Deli Gallery di New York e Mariane Ibrahim di Chicago che nell’elegante spazio ospita una sorprendente mostra di Amoako Boafo

Questo fenomeno di incursione estera sta però contribuendo anche alla crescente gentifficazione nel mercato immobiliare, non solo a livello residenziale, che ha trasformato l’angolo Roma/Condesa/Juárez in una zona per internazionali (soprattutto per i vari digital nomads trasferitesi con la pandemia dagli States) costringendo i locali a muoversi in nuove zone.

La realtà artistica emergente continua però comunque a svilupparsi e crescere, con gallerie come Lodos, Peana, LLANOS, General Expenses, Campeche, e Salon Silicon che presentano oggi programmi sempre più solidi e interessanti. 

La settimana è iniziata proprio lunedì con un itinerario libero proprio fra queste gallerie, che ha permesso a tanti di scoprire e muoversi anche da Roma Norte più verso Roma Sur, più tradizionale. 

Ad organizzarlo, come parte del proprio programma Feria Material, che festeggia quest’anno già 10 anni offrendo una piattaforma per per queste gallerie locali, come altre internazionali, che portano avanti una proposta più di ricerca.  

Durante l’affollato opening di Giovedì 8 Febbraio di Material anche qui sono state varie le vendite, anche se premia presentare soprattutto artisti messicani o comunque della regione, come le sensuali rappresentazioni del corpo femminile fra astratto e surreale di Lucia Vidales da Proxico, o le visionarie ceramiche dell’artista del Chiapas Alejandro Garcia Contreras. 

Tante anche le mostre di qualità, fra gallerie e istituzioni confermano la città come uno degli hub artistici principali delle Americhe. Fra gli highlights, sicuramente la visionaria mostra immersiva di Eduardo Sarabia da OMR incentrata in una affascinante riflessione mistica e spirituale sulla  prossima eclisse in Mexico articolata fra vari media. Meritava anche la personale di Frieda Torazon Jeager da Travesia Cuatro, la cui apertura fa seguito all’annuncio della sua inclusione fra gli artisti della prossima Biennale, e la mostra di qualità museale 100 anni di surrealismo, da RGR.

Per le mostre in musei e istituzioni, imperdibile la personale di Pettit Halilaj al Tamayo Museum, la prima in latino america, mentre il nuovo centro d’arte LagoAlgo ospita una personale di Julian Charrière dove le  forze della terra sono rese attraverso un paesaggio onirico immersivo e tellurico. Sempre a LagoAlgo, un murales site specific di Ebecho Muslimova e una presentazione del significativo progetto «Artists Against the Bomb» dell’artista Pedro Reyes che riunisce nomi internazionali in una collezione di poster con messaggi per il disarmo nucleare universale. 

Elisa Carollo
Elisa Carollo
Elisa Carollo è art advisor, curatrice e appraiser conforme alla normativa USPAP, con un focus particolare sull' arte contemporanea e ultracontemporanea. Ha conseguito un master in Art, Law and Business presso Christie's New York e un BA in Marketing e management delle industrie culturali e creative presso l'Università IULM di Milano. Lavora come consulente freelance per collezionisti, gallerie e artisti e collabora stabilmente con la Fondazione Imago Mundi di Treviso. Fa parte del gruppo curatoriale della Fondazione Quadriennale per il monitoraggio della scena artistica contemporanea italiana e dell'IKT (International Association of Curators of Contemporary Art). È parte del team della start-up Innextart. Fra le mostre organizzate, le prime personali in Italia di artisti come Kennedy Yanko, Veronica Fernandez, David Antonio Cruz e a curato a New York il programma del Pintô International.
Condividi
Tags

recenti

I marchi di istituti e luoghi della cultura: la legge sul made in italy ne incentiva adozione e valorizzazione

Negli ultimi anni musei, biblioteche ed archivi, privati e pubblici, hanno riversato un’attenzione crescente nella tutela dei propri segni distintivi, depositando le denominazioni e/o...

Nuovi elementi per il trattamento fiscale della vendita di opere d’arte

Il trattamento fiscale della cessione di opere d’arte secondo la sentenza della Suprema Corte di Cassazione n.6874 depositata lo scorso anno.

Vuoi vendere un’opera che hai in collezione senza muoverti di casa? Catawiki è al fianco dei nostri collezionisti.

Il primo appuntamento nato dalla collaborazione di Collezione da Tiffany con Catawiki è l'asta online dedicata alle opere Grafiche e ai Multipli dei grandi maestri italiani ed internazionali del 23 febbraio 2024.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente il Report Mercato Arte 2022!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai, ogni settimana, gratuitamente, contenuti esclusivi dedicati al collezionismo d’arte e consigli sulla conservazione delle opere, sugli aspetti legali, e su tutto ciò possa aiutarti a collezionare e conservare l’arte ed essere felice.

 

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente il nuovo Report Mercato Arte 2022!

Sono un collezionista

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!