30.3 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Digital Art Spring: Pandolfini celebra la creatività oltre la bolla NFT

del

Nonostante le recenti turbolenze nel mercato NFT, Pandolfini presenta “Digital Art Spring”, la sua terza asta dedicata all’arte digitale. L’obiettivo? Promuovere la qualità, la ricerca e la creatività in un contesto libero dalla speculazione, come sottolinea l’esperto Claudio Francesconi.

L’asta si terrà dal 4 al 16 aprile e racchiude nel suo nome non solo la stagione primaverile, ma anche il fermento che anima l’arte digitale odierna. Superata la fase speculativa, la creatività e la libertà espressiva degli artisti sono finalmente al centro della scena, aprendo la strada a idee innovative e opere di notevole pregio.

La vasta gamma di opere proposte spazia dalla creazione 3D alla pittura digitale, dalla fotografia paesaggistica e ritrattistica all’animazione video e alle creazioni generative, soddisfacendo i gusti di collezionisti e appassionati.

Come sottolinea Francesconi, la crisi del mercato NFT ha avuto un effetto positivo: ha eliminato le proposte di scarso valore e ha favorito gli artisti che utilizzano la tecnologia come strumento creativo, non come fine ultimo. Gli NFT non sono più visti come semplici asset speculativi, ma come la chiave per una fiorente scena artistica.

Particolare attenzione è stata riservata alle opere create con l’Intelligenza Artificiale, vista come strumento di grande libertà creativa. Questa nuova ondata di produzioni A.I. promette un approccio completamente nuovo rispetto al passato.

Anche la fotografia, protagonista di una rivoluzione epocale nel mondo dell’arte, trova nuova linfa vitale negli NFT. Questo supporto offre un modo innovativo di valorizzare la fotografia artistica, evolvendosi attraverso la proprietà digitale.

Ecco alcune delle opere che si potranno trovare in asta dal 4 aprile:

Giulio Aprin_The Martian

Partendo proprio dalla fotografia non si può non menzionare Giulio Aprin e l’opera The Martian (2000-4000€), appassionato di fotografia, esploratore e storyteller, Aprin cattura nelle sue opere il mistero, la vastità e la potenza della natura. In “The Martian”, l’artista ci porta in un ambiente desertico che ci fa sentire stranieri, lontani dalla terraferma.

Scerbo_Higheyeugem

Altra fotografia interessante è quella di Scerbo, Higheyeugem(1000-3000€), in questa opera, la fotografia diventa il punto di partenza per un processo di rarefazione che, attraverso bruschi interventi, scompone lo scatto originale. Nei frammenti che ne derivano, quasi casuali, si cela un’armonia profonda.

Troviamo però anche opere generate con intelligenza artificiale come Flamingo house di Katie Morris , un ambiente quasi onirico, tipico dei lavori dell’artista, in cui si avverte una profonda inquietudine di disordine che rispecchia l’esistenza umana (della stessa artista è presente in asta anche l’opera After hours, 350-1000€). 

Bengt TibertContentBeware, con le loro opere assurde e improbabili, ma al tempo stesso impressionanti e accattivanti nella loro folle illogicità.  Altre opere degne di nota sono Dark Mark con Decentralized Portrait (5.000-10.000€), Sadboi con Apollo and the Python (2000-5000€) ed infine Virginia Zanetti con I just want to know who I am/Jump (4000-7000€) nel quale vediamo un intreccio di fotografia, video e pratica performativa e partecipat

Sadboi_Apollo and the Python

a.

Chiara Lorenzon
Chiara Lorenzon
Chiara Lorenzon, laureata in Storia dell'Arte, ha lavorato come assistente gallerista e nel servizio clienti di case d’aste. Dal 2023 collabora con Collezione da Tiffany.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Il monitoraggio fiscale delle opere d’arte detenute all’estero

Come anticipato nel precedente intervento in materia di obblighi dichiarativi per i collezionisti, occorre considerare quale ulteriore adempimento in sede di presentazione della dichiarazione, l’obbligo di...

Memorie di un collezionista

"Le cose che più desideriamo, e poi acquistiamo, finiscono sempre per scivolarci dalle mani" scrive nel suo libro Pierre Le-Tan, pittore e illustratore anche per il New Yorker, forse...

Un’estate tra festival d’arte e mostre

Il mondo dell'arte non si ferma mai. Neanche d'estate, quando la bella stagione dà l'opportunità di alternare mostre in galleria ad eventi all'aria aperta dedicati all'arte contemporanea.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!