2.7 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Idee regalo: ARSCODE – Il gioco dell’arte

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Sì lo so, la mia fissazione per il collezionismo, il mercato e l’arte ha qualcosa di patologico, ma non ho resistito. Sono appena passati 44 minuti da quando ho ricevuto la newsletter di Vanillaedizioni e dovevo assolutamente segnarvelo: ARSCODE – Il gioco dell’arte, il nuovissimo gioco di carte sul collezionismo. Credo sia, in assoluto, il regalo di Natale dell’anno per tutti gli amanti dell’arte e gli aspiranti collezionisti. 

Nato grazie ad una campagna di crowdfunding di assoluto successo Arscode vi proietterà nello scintillante sistema dell’arte contemporanea, facendovi scoprire, giocando, molti dei meccanismi che lo regolano. L’obiettivo: costruire una collezioni d’arte del più alto valore possibie e, nella miglior tradizione del Risiko, distruggere i tuoi avversari,  ossia gli altri collezionisti.

Come raggiungerlo? Acquistando, ad ogni turno, nuovi capolavori tra quelli riprodotti sulle 84 Carte Opera del gioco. Fin qui tutto semplice, ma come nella realtà la collezione che state costruendo sarà inevitabilmente condizionata dalle 48 Carte Azione – che rappresentano le incognite del gioco -, facendovi incontrare personaggi e affrontare eventi che simulano la realtà. E questo per i 9 round della partita che potrete affrontare in tre modalità differenti: base per le prime sfide, intermedia e avanzata/torneo.

A guidarvi, un regolamento snello e immediato che renderà tutto molto semplice e intuitivo con l’ulteriore vantaggio che, richiedendo per giocare solo il mazzo di carte, un foglio e una penna, potrete portarare Arscode con voi veramente ovunque.

Se poi, come nella realtà, il gioco vi prende la mano nessun problema: le carte da collezioni sono ampliabili grazie ad espansioni, edizioni Deluxe e Carte Speciali pubblicate periodicamente e che vi faranno anche provare il brivito di mettere le mani su opere, come si dice in gergo, fresh-to-market.  

 

 

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura.
Condividi
Tags

recenti

“Le aste di beneficienza, e non più le donazione, sono il nuovo modello per i miliardari per compensare le tasse?” – The Art Newspaper,...

La proprietà di Paul Allen ha promesso i proventi della vendita di Christie'sda 1,6 miliardi di dollari a cause filantropiche senza nome, mentre il fondatore di FTX Sam Bankman-Friedaveva vagamente promesso di donare la sua fortuna… Si diffondono sempre più piani filantropici spesso molto vaghi, e le case d’asta non sono trasparenti

La conservazione al primo posto. Ecco la nuova Galleria Nazionale dell’Umbria.

Come fa un grande Museo a parlare di conservazione? Come è possibile far dialogare le necessità conservative e quelle estetica di un nuovo allestimento? Lo abbiamo chiesto a Daniele Costantini, funzionario della GNU.

“Il dipinto di Munch ‘Dance on the Beach’ è stato nascosto ai nazisti in una foresta norvegese. Andrà all’asta per la prima volta dagli...

Smithsonian Magazine, di Molly Enking 23 Gennaio 2023 “Dopo aver resistito alla seconda guerra mondiale in un fienile nascosto in una foresta norvegese, un monumentale...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai, ogni settimana, gratuitamente, contenuti esclusivi dedicati al collezionismo d’arte e consigli sulla conservazione delle opere, sugli aspetti legali, e su tutto ciò possa aiutarti a collezionare e conservare l’arte ed essere felice.

Sono un collezionista

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!