15.9 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Per la prima volta gli NFT entrano in un Museo

del

Prosegue la “rivoluzione” degli NFT che dopo aver conquistato il mercato dell’arte si vedono ora aprire le porte della prima collezione museale. E’ quanto successo in Ungheria, dove il Ludwig Museum – Museum of Contemporary Art  di Budapest, da sempre molto attento all’archiviazione, alla raccolta, alla presentazione e alla conservazione delle nuove forme d’arte, ha acquisito un lavoro del network BarabásiLab: un gruppo di ricercatori e artisti guidati da Albert-László Barabási.

The Hungarian Institutional Network, questo il titolo dell’opera entrata nella collezione del Ludwig Museum,  offre una prospettiva basata sui dati della scena artistica ungherese ed è stasta al centro della recente mostra BarabásiLab: Hidden Patterns. The Language of Network Thinking, che è stata anche oggetto di un manuale di recente pubblicazione, intitolato Élek mentén . 

 

BarabásiLab, The Hungarian Institutional Network, 2021. Via: superrare.com

Il lavoro, che collega gli elementi istituzionali della rete artistica ungherese, mostra le connessioni sistemiche di tutti i musei, le sedi espositive e le gallerie del Paese che appaiono a livello di dati. Oltre alla rete di artisti e curatori, catturando così la rete, in gran parte invisibile, di fiducia e di influenza tra le istituzioni e mostra come il prestigio istituzionale di prestigio e le connessioni nascosce, determinino le opportunità di carriera degli artisti. 

L’opera acquisita dal Ludwig Museum di Budapest è visibile sulla piattaforma superrare.com dove il museo ha anche la pagina dedicata alla sua neonata collezione di NFT. L’autore di questo lavoro, il network BarabasiLab,  è uno dei i maggior influenti laboratori di network science e mette insieme scienziati, designer e artisti, uniti dal comune desiderio di capire le reti e la loro complessità. In 25 anni, BLab ha aperto la strada al linguaggio visivo delle reti e della DataArt come Art NetworkNFT Universe o il premiato Nature150.

Nicola Maggi
Nicola Maggi
Giornalista professionista e storico della critica d'arte, Nicola Maggi (n. 1975) è l'ideatore e fondatore di Collezione da Tiffany il primo blog italiano dedicato al mercato e al collezionismo d’arte contemporanea. In passato ha collaborato con varie testate di settore per le quali si è occupato di mercato dell'arte e di economia della cultura. Nel 2019 e 2020 ha collaborato al Report “Il mercato dell’arte e dei beni da collezione” di Deloitte Private. Autore di vari saggi su arte e critica in Italia tra Ottocento e Novecento, ha recentemente pubblicato la guida “Comprare arte” dedicata a chi vuole iniziare a collezionare.
Condividi
Tags

recenti

I marchi di istituti e luoghi della cultura: la legge sul made in italy ne incentiva adozione e valorizzazione

Negli ultimi anni musei, biblioteche ed archivi, privati e pubblici, hanno riversato un’attenzione crescente nella tutela dei propri segni distintivi, depositando le denominazioni e/o...

Nuovi elementi per il trattamento fiscale della vendita di opere d’arte

Il trattamento fiscale della cessione di opere d’arte secondo la sentenza della Suprema Corte di Cassazione n.6874 depositata lo scorso anno.

Vuoi vendere un’opera che hai in collezione senza muoverti di casa? Catawiki è al fianco dei nostri collezionisti.

Il primo appuntamento nato dalla collaborazione di Collezione da Tiffany con Catawiki è l'asta online dedicata alle opere Grafiche e ai Multipli dei grandi maestri italiani ed internazionali del 23 febbraio 2024.

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente il Report Mercato Arte 2022!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai, ogni settimana, gratuitamente, contenuti esclusivi dedicati al collezionismo d’arte e consigli sulla conservazione delle opere, sugli aspetti legali, e su tutto ciò possa aiutarti a collezionare e conservare l’arte ed essere felice.

 

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente il nuovo Report Mercato Arte 2022!

Sono un collezionista

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!