7.3 C
Pesaro
sabato, Dicembre 3, 2022

Benedetta Bodo di Albaretto

14 posts

and

0 comments

Grafene: dentro l’opera di Sandro Del Pistoia

Lo sculture toscano Sandro Del Pistoia ci parla di come nascono e vengono realizzate le sue sculture della serie Grafene.

Mostre: Citèra, la rinascita secondo Tealdi, Melinelli e Chiamenti

Inaugurata a Torino, tra le mura domestiche di Société Interludio, la colletiva Citèra visitabile su appuntamento fino al 30 dicembre.

NESXT – Independent art festival chiude la quarta edizione con alcune novità per il futuro

Dal 29 ottobre al 3 novembre 2019 Torino ha visto dipanarsi il gomitolo dei tanti eventi legati alla quarta edizione di NESXT – independent art festival, ideato e prodotto dall’Associazione ArteSera, con la curatela di Annalisa Russo e Olga Gambari.

La scultura “Panna e Lumache” raccontata da Andrea Massaioli

Intervistato da Benedetta Bodo di Project Marta - Monitoring Art Archive, Andrea Massaioli ci parla di "Panna e Lumache", una scultura in ceramica realizzata nel 2005 e raffigurante tre lumache immerse in una spruzzata di panna montata, nella quale sembrano nuotare e affondare.

Dentro l’opera: “C’Arte” di Sophie Mühlmann

Sophie Mühlmann nasce a Torino nel 1987, città dove oggi è tornata a vivere e dipingere.Project Marta - Monitoring Art Archive ha redatto una carta d’identità di alcune sue opere. E' il caso della serie C’Arte di cui vi parliamo in questa intervista.

Aron Demetz: Advanced minorities

Aron Demetz, classe 1972, è uno scultore altoatesino che da oltre vent'anni porta avanti una ricerca che coniuga magistralmente il fare antico con la sperimentazione contemporanea. Per Collezione da Tiffany, Project Marta ha approfondito esecuzione, tecniche e materiali di Advanced Minorities, una scultura in legno di tiglio realizzata nel 2012, alta 215 cm.

Alla scoperta dei “Nidi” di Maura Banfo

L'appuntamento di maggio con le interviste di "Project Marta - Monitoring Art Archive" è dedicato alla scoperta del lavoro di Maura Banfo, artista torinese classe 1969. Un viaggio all'interno della creazione dei suoi "Nidi", dalla genesi alla loro realizzazione, di cui Project Marta ha raccolto e documentato tutte le informazioni utili ad apprezzarle e tutelarle nel corso della loro esistenza. 

Laura Pugno: La parte per il tutto

Laura Pugno, nata a Trivero nel 1975, da anni vive e lavora a Torino, dove ha radicato e portato avanti una ricerca artistica che ha come principale terreno di indagine il paesaggio, inteso non tanto come elemento naturale, ma come costruzione sociale, come metafora attraverso cui invitare lo spettatore ad osservare meglio il contesto e i dettagli diventandone parte attiva, e innescando una personale visione. In questa intervista ci parla di una delle ultime serie su cui ha lavorato: "La parte per il tutto".

I Secret Garden di Alessandra Calò

Alessandra Calò è nata a Taranto nel 1977, ma Reggio Emilia è la città dove da anni vive e lavora, realizzando opere fotografiche delicate e spesso caratterizzate da una storia affascinante ed articolata. Alessandra ha infatti interiorizzato il tema della memoria e del ricordo, ricorrenti nei suoi lavori, alla ricerca di un linguaggio nuovo, che le permetta di ricostruire un legame tra la contemporaneità ed un ambiente abbandonato, appartenuto al passato.

I pensatori non sono mai soli: intervista a Enrico Tealdi

"Project Marta- Monitoring Art Archive", questo mese, ha incontrato per Collezione da Tiffany Enrico Tealdi, vincitore della IV edizione dell’Art Prize CBM - Premio Carlo Bonatto Minella. Insieme hanno parlato di "I pensatori non sono mai soli", lavoro del 2016 di cui l'artista ci racconta non solo la storia ma anche la tecnica e materliali che ha utilizzato per crearla. Un nuovo viaggi all'interno dell'arte, guidati da Benedetta Bodo di Albaretto.

recenti

Aste: è Basquiat la star del catalogo Pandolfini di dicembre

Apre oggi al Centro Svizzero in Via Palestro 2 a Milano, la mostra delle opere che Pandolfini batterà in occasione della sua asta di Arte Moderna e Contemporanea in programma il 6 dicembre prossimo.

Aste: record per Carla Accardi da Dorotheum

Con Animale immaginario (1988) l'artista infrange, per la prima volta, il tetto dei 300.000 euro e conferma l'ottimo stato di salute del suo mercato.

Il copyright non farà per Banksy, ma (per il momento) i marchi registrati sì

Laugh Now But One Day I'll Be in Charge, il marchio figurativo europeo che riproduce la famosa opera di Bansky una scimmia con un cartello pubblicitario è salvo