28.9 C
Pesaro
giovedì, Luglio 7, 2022

Mercato arte italiana: in cerca di ripresa (p. 4)

del

diventa il miglior conservatore della tua collezione!

Eccoci giunti al termine del nostro speciale dedicato al mercato dell’arte italiana. In questa ultima puntata analizziamo i trend che stanno caratterizzando gli arstiti della Trasavanguardia, ultimamente più presenti sul mercato, e i nostri “super contemporanei”.

 

Artisti della Transavanguardia

Il 2021 si consacra come l’anno degli artisti di Achille Bonito Oliva che, nonostante il generale deprezzamento degli artisti italiani, si mantengono alti con i risultati in asta, apprezzatissimi anche sul mercato americano e inglese.

 

I prezzi di Sandro Chia e di Nicola de Maria sono in discesa del 10 e 20% ciascuno rispetto agli anni precedenti, ma nonostante ciò entrambi ottengono nel 2021 top lot che sfiorano quelli di carriera: Two Lazy Painters (1982) di Chia viene venduto a 104 mila dollari da Bonhams, Los Angeles, mentre Inaugurazione della Vitaaaaa Nova (2001) di De Maria ha superato i 30mila dollari da MeetingArt.

 

In evoluzione, invece, i prezzi delle opere di Mimmo Paladino (+5%) e di Enzo Cucchi (21%). Per Paladino il 2020 ha rappresentato il migliore anno per fatturato, che si chiude con 660.046$, affermando un mercato costantemente alto. Sono tutti artisti molto presenti sul mercato, con una media di 50 opere vendute l’anno e un tasso di invenduto medio-basso.  

 

I super contemporanei

Concludiamo con i due artisti contemporanei più giovani e globali. Francesco Clemente chiude il 2020 con il miglior fatturato degli ultimi anni, circa 300 mila dollari totali, e un prezzo di aggiudicazione medio di 13 mila dollari.

 

Dopo il boom del 2008, il suo mercato è in costante ascesa, merito anche delle numerose monografiche dedicategli. I suoi prezzi hanno subito un’evoluzione del 26% rispetto all’anno scorso, aprendo il 2021 con risultati più scarsi però.

L’altro grande italiano è Maurizio Cattelan, i cui prezzi hanno subito un’evoluzione del 92%. Il suo trend è altalenante, strettamente legato alle sue azioni ironiche e dissacranti, ma sempre alto.

 

Il tasso degli invenduti rimane costante da anni sul 20%, assicurandogli un fatturato annuale che supera sempre il milione di dollari. Elettrizzante è il suo grande ritorno in Italia con il progetto site-specific che verrà inaugurato il 15 Luglio al Pirelli Hangar Bicocca di Milano, che si prospetta influenzerà di nuovo il suo mercato in modo positivo!

Deborah D'Agostino
Deborah D'Agostino
Nata a Milano nel 1995. Laureata in Scienze dei Beni Culturali e studentessa di Arte, Valorizzazione e Mercato a Milano. Da sempre, l’arte è il suo più grande amore e istinto naturale. Appassionata di mercato dell’arte e di aste, negli ultimi anni si dedica ad analisi di mercato di artisti e correnti artistiche diverse. Partecipa attivamente a diversi progetti di collaborazione con artisti emergenti e si dedica a svariate attività culturali.
Condividi
Tags

recenti

Marie-Louise Sciò firma l’asta Contemporary Curated di Sotheby’s Milano

Marie-Louise Sciò, CEO e Direttore Creativo del Gruppo Pellicano Hotels e fondatrice del sito di lifestyle ISSIMO, ha collaborato con Sotheby's Milano come co-curatrice dell'asta di arte contemporanea che si apre domani.

Gallerie, Ortolani (ANGAMC): “Situazione preoccupante, è necessario un ripensamento totale del settore”

Parla il nuovo presidente ANGAMC. Tante le sfide nel suo programma di governo per il rilancio di un settore in profonda sofferenza che necessita di un rinnovamento e di riforme.

Aste: Blindarte incorona Salvo con un nuovo record

A distanza di 15 anni dal precedente primato, Salvo realizza un nuovo, importante, record d'asta che suggella il momento particolarmente felice per il suo mercato.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here