22.1 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Il museo Bottacin, la sua collezione numismatica e molto altro

del

È confermato: chi pensa a Padova, pensa quasi immediatamente alla Cappella degli Scrovegni. Ed è giusto, perché si tratta di uno monumento nazionale di inestimabile bellezza.

Ora vi chiediamo però, per una volta, di immaginare di arrivare accanto al piccolo edificio che ospita gli affreschi di Giotto, di girare le spalle e camminare verso Corso Garibaldi, fare pochi passi e varcare la soglia di una delle sedi del museo padovano intitolato a Nicola Bottacin.

Sulle facciate potete leggere una grande insegna che recita “Museo d’arte, di arti applicate e decorative”, definizione alquanto riduttiva se si pensa ai numeri di questa istituzione. La collezione infatti conta centocinquanta mila pezzi, corredata da una biblioteca composta da settantacinquemila unità bibliografiche, seicento periodici e un archivio densissimo di materiale storico già organizzato dallo stesso Bottacin.

Dunque, da dove possiamo cominciare?

Credo sia giusto seguire l’andamento dell’intervista, e quindi cominciare col sottolineare l’interesse specialistico del fondatore del museo per tutto ciò che riguarda la numismatica (in particolare per le monete che arrivavano dalla zecca di Venezia e da quella che viene definita serie borbonica), per poi continuare il racconto con l’ampia collezione di sculture e dipinti esposti in quella che può essere definita una vera e propria pinacoteca. Ma non finisce qui, ci sarebbe ancora molto altro da aggiungere. Basta pensare che il museo oggi conta tre sedi diverse e alcune delle opere di sua proprietà sono esposte ai Musei Civici, in un continuo dialogo culturale con il territorio.

A raccontarci con dovizia di particolari la nascita del museo, il suo sviluppo nel tempo e le attività che oggi vengono organizzate sia a scopi scientifici sia divulgativi, abbiamo incontrato lo staff del museo, un team molto affiatato e coordinato: la conservatrice Valeria Vettorato, il bibliotecario Marco Callegari e la restauratrice Federica Turetta.

E così è stato possibile scoprire che Bottacin aveva già avuto la lungimiranza di organizzare ogni documento in maniera sistematica e costruire il suo vero e proprio archivio, da appassionato studioso quale era.

Oggi il museo è un vero e proprio prlo scientifico, in continuo contatto con le università di Padova, Udine e Trieste.

Non è facile riassumere l’intervista in poche righe, per questo vale la pena approfondire ogni dettaglio attraverso la video intervista qui sotto.

Collezione da Tiffany
Collezione da Tiffany
Nato il 5 giugno del 2012 da un’idea del giornalista e storico della critica d’arte Nicola Maggi, Collezione da Tiffany è il primo Blog italiano interamente dedicato al collezionismo d’arte contemporanea.

Collezione da Tiffany è gratuito, senza contenuti a pagamento, senza nessuna pubblicità e sarà sempre così.

Se apprezzi il nostro lavoro e vuoi approfondire ancora di più il mercato dell'arte puoi sostenerci abbonandoti al nostro servizio di rassegna stampa internazionale the artUpdate.

Abbonati ora!

Condividi
Tags

recenti

Il restauro delle opere d’arte, nella prospettiva del diritto

Prima parte Nell'ambito del diritto dell'arte, il tema del restauro delle opere riveste un'importanza cruciale, ponendo al centro della riflessione una serie di questioni di natura...

“Exposed Torino”: la fotografia diviene protagonista della città

Nel mese di Maggio (2/05/2024 – 2/06/2024) si è tenuto a Torino il Festival di Fotografia “Exposed” che ha animato la città con mostre ed eventi,...

Asta Gigarte un viaggio nell’arte moderna e contemporanea italiana

Gigarte Casa d'Aste è lieta di presentare la 31ª asta di arte moderna e contemporanea il 10 giugno alle ore 17.00, un'eccezionale esposizione curata da...

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente la guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai contenuti esclusivi dedicati al mercato dell'arte e al collezionismo.  

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente la nuova guida Arte, Fiscalità e Finanza!

Sono un collezionista

Qual è il tuo ruolo nel mondo dell'arte?

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!