28.4 C
Pesaro
martedì, Luglio 5, 2022

Maria Cristina Strati

30 posts

and

0 comments
Maria Cristina Strati vive e lavora a Torino. Studiosa indipendente di filosofia, è critica e curatrice di arte contemporanea, nonché autrice di libri, saggi e racconti. Convinta che davvero l’arte sia tutta contemporanea, si interessa al rapporto tra arte, filosofia e quelli che una volta si chiamavano cultural studies, con una particolare attenzione alla fotografia.

Prospettive sulla fotografia: Zanele Muholi da Tosetti Value

Giulia Tosetti di Tosetti Value ci guida attraverso la mostra di Zanele Muholi (Umlazi, Durban 1972), fotografa e “attivista visiva” sudafricana che ha fatto dell’impegno in ambito sociale uno dei punti cardine del proprio lavoro.

Sound & Vision. E Artissima fa 25

Sperimentazioni, conferme, un’elegante curatela, serietà e coraggio. Ecco Artissima 2018 nel racconto di Maria Cristina Strati, corrispondente da Torino per Collezione da Tiffany.

Kant, Google Earth e l’arte contemporanea. Un incontro e una mostra da Tosetti Value, a Torino

Per il progetto Prospettive, curato da Giulia Tosetti, lo scorso 25 settembre si è svolto da Tosetti Value, a Torino, un incontro di approfondimento legato alla mostra personale di Mishka Henner. L’incontro ha visto coinvolte in un dialogo molto interessante e proficuo, personalità tra loro anche molto diverse.

Collezionare libri d’artista. Intervista a Bruno Tonini

Bruno Tonini è un collezionista molto particolare. La sua passione sono proprio i libri d’artista, con la loro magia. Quella che state per leggere è l’intervista che mi ha concesso, in cui mi ha raccontato della sua passione per i libri d’artista e dei suoi progetti in questo ambito.

Percepire la bellezza. Lo sguardo di Luigi Ghirri

In questi giorni abbiamo fatto un giro tra le mostre del festival FO.TO – Fotografi a Torino. Tra le tante una spicca per raffinatezza e qualità. Si tratta di una raccolta di scatti di Luigi Ghirri, esposti presso le sale del Centro PHOS: "Reincanto" che mostra diversi scatti realizzati da Ghirri per lo più nel corso degli anni Ottanta in giro per l’Italia, idealmente lungo il corso del fiume Po.

Come si riconosce un talento nel campo delle arti visive (p. 2)

Manca ormai pochissimo all'edizione 2018 di Arte Fiera e SetUp e ci sembra il momento giusto per tornare a parlare di talento nel campo delle arti visive. E, soprattutto, di come si fa a riconoscerlo, partendo anche da quella che è la visione di noi stessi come collezionisti. Un articolo pensato per chi si sta avvicinando al suo primo acquisto, ma anche a tutti coloro che cercano un loro posto nel mondo dell'arte.

Come si riconosce un talento nel campo delle arti visive? 3 cose da tenere a mente

Dopo aver parlato di "come si valuta l'arte contemporanea", oggi affrontiamo un altro tema caldo per tutti coloro che sono interessati ai giovani artisti. Dove e come cercare i talenti? Come distinguerli dalle “sole”? Come capire quelli che spaccano, anzi, spaccheranno? Una guida base per chi, da grande, sogna di essere un talent scouter...

Arte, fotografia e verità… e poi, un improvviso colpo di vento

Audrey Hepburn e Gregory Peck che provano la Bocca della Verità; l'arte di Luigi Ghirri e "A sudden gust of wind", lavoro del 1993 in cui Jeff Wall riprende Hokusai. Ma cos'è la verità in arte? Seguiteci nella seconda ed ultima puntata di questo nostro speciale su arte, fotografia e verità..

The destroyed room: Sardanapalo nell’epoca della post-verità

Nell'età delle verità modificate, la fotografia d'arte, nel suo essere, tarlvolta, messa in scena o finzione, riscopre il suo ruolo di mezzo per comprendere meglio il mondo nel suo essere, come il teatro di Eduardo, realtà più vera del vero.

Ironia e fotografia: lo sguardo obliquo di Robert Doisneau

E' il 1948 quando Robert Doisneau decide di sperimentare qualcosa intorno agli sguardi obliqui e, complice il suo amico antiquario, si nasconde con la sua Rolliflex dentro la Galerie Romi, nel bel mezzo di Parigi. Su un lato della vetrina espone un quadro, per l’epoca osè, dove si vede una donna nuda, di spalle. E Doisneau riprenderà i passanti e le loro reazioni di sorpresa, curiosità più o meno morbosa e persino scandalo di fronte all’opera. Nasce così una serie di famosissimi scatti ricordata con il titolo Le regard oblique.

recenti

Dal ventre di Parigi. La tavolozza impressionista

Nel ventre di Parigi si sono succedute rivoluzione e controrivoluzione di tante cose, anche della pittura. La produzione di materiale per le Belle Arti ha per la prima volta un carattere semi industriale e sul mercato arrivano una gran quantità di nuovi pigmenti sintetizzati artificialmente.

20 artisti per 20 borghi: torna Una Boccata d’Arte

Al via in tutta Italia dal 25 giugno al 18 settembre 2022 la terza edizione di Una Boccata d’Arte, progetto che promuove installazioni, mostre e performance di 20 artisti in 20 borghi, uno per ogni regione, valorizzando l’incontro tra arte e patrimonio storico, artistico e paesaggistico.

La grande arte italiana del XX secolo in asta da Wannenes

Ultima "lettura catalogo" del primo semestre, tutta dedicata all'asta di arte moderna e contemporanea che Wannenes batterà il 5 luglio prossimo nella sua sede milanese d Palazzo Recalcati.