15.9 C
Pesaro

dal 2012 il primo blog dedicato al collezionismo d'arte.

Sezione

the artUpdate

La newsletter The artUpdate. Il resoconto di un’esperienza in crescita

Come è tradizione, ogni anno dedichiamo gli ultimi articoli per fare il resoconto di ciò che è stato per noi importante e significativo. Quest’anno siamo orgogliosi del lavoro fatto, soprattutto con la newsletter bisettimanale "The artUpdate".

“Crollo delle esportazioni di arte, fiere cancellate e aumento della regolamentazione: come la Brexit sta mettendo in pericolo il mercato dell’arte nel Regno Unito...

Ormai è un dato di fatto - e spaventa sia i politici che gli addetti al settore: nell'anniversario dell'uscita dall'Unione Europea, la Gran Bretagna sta scivolando dietro i suoi concorrenti come leader culturale. I rivenditori internazionali percepiscono il Regno Unito come un luogo ostile per fare affari a causa delle troppe regole e dei prezzi di importazione alle stelle. Il Paese della Brexit è infatti molto in ritardo sia rispetto ai concorrenti europei che rispetto ad altri concorrenti globali in termini di esportazione di beni e servizi creativi.

“Tesoro nazionale: il Musée d’Orsay si arricchisce di un eccezionale dipinto di Caillebotte a 43 milioni di euro” – connaissance des arts

Questo lunedì la ministra della Cultura Francese Rima Abdul Malak ha annunciato l'ingresso di Partie de bateau o Canotier au chapeau haut de forme di Gustave Caillebotte nelle collezioni del Musée d'Orsay a Parigi. Classificato come tesoro nazionale, questo capolavoro dell'impressionismo è stato acquisito grazie alla sponsorizzazione dell'azienda LVMH per 43 milioni di euro. Partie de bateau o Canotier au chapeau haut de forme sarà l'opera chiave di una grande retrospettiva dedicata a Caillebotte che avrà luogo al Musée d'Orsay nel settembre 2024. La mostra si sposterà poi al Getty Museum di Los Angeles e all'Art Institute di Chicago.

“Christie’s celebra 25 anni dai Principi di Washington sull’arte confiscata dai nazisti” – The Art Newspaper

the Art Newspaper: "Christie's ha dato il via a un programma di un anno incentrato sulla restituzione delle opere d'arte sequestrate a seguito della persecuzione nazista, con una tavola rotonda a Parigi la scorsa settimana. La serie globale di iniziative, che comprende eventi a Vienna, Berlino, Londra, New York e Tel Aviv, segna il 25° anniversario dei Principi della Conferenza di Washington sull'arte confiscata dai nazisti, firmati il ​​3 dicembre 1998 con l'obiettivo di trovare un nuovo modo per le vittime e i loro eredi di ricercare, individuare e recuperare opere d'arte scomparse."

“Le aste di beneficienza, e non più le donazione, sono il nuovo modello per i miliardari per compensare le tasse?” – The Art Newspaper,...

La proprietà di Paul Allen ha promesso i proventi della vendita di Christie'sda 1,6 miliardi di dollari a cause filantropiche senza nome, mentre il fondatore di FTX Sam Bankman-Friedaveva vagamente promesso di donare la sua fortuna… Si diffondono sempre più piani filantropici spesso molto vaghi, e le case d’asta non sono trasparenti

“Il dipinto di Munch ‘Dance on the Beach’ è stato nascosto ai nazisti in una foresta norvegese. Andrà all’asta per la prima volta dagli...

Smithsonian Magazine, di Molly Enking 23 Gennaio 2023 “Dopo aver resistito alla seconda guerra mondiale in un fienile nascosto in una foresta norvegese, un monumentale...

“A New York, un famoso dipinto di Picasso del Museo Guggenheim potrebbe essere presto restituito agli eredi di un collezionista ebreo?” – connaissance des...

connaissance des arts, 25 Gennaio 2023 di Agathe Hakoun "Venerdì scorso è stata intentata una causa contro il Guggenheim Museum di New York. Gli eredi di un...

“Garanzie, prelievi e miliardari che fanno offerte nelle proprie case d’asta: il mercato in calo se la cava, con un aiutino dei suoi amici…...

Il mercato sta diventando “uno spettacolo di potere privato per un gruppo molto ristretto di persone molto ricche”. I prezzi delle aste di Sotheby's, Christie's e Phillips sono sostenuti dalle garanzie fornite da terzi, o dalle case d'asta, o addirittura dagli stessi proprietari delle case d'asta. Gira voce per esempio che Francois Pinault, proprietario di Christie's, sia stato l'acquirente di molte opere alle sue stesse aste. E un’indagine (Le Monde) ha rivelato che Patrick Drahi, miliardario proprietario di Sotheby's, ha aggirato il fisco acquistando opere nella sua stessa casa d’aste. Il mercato è in crisi. "E se i più ricchi del mondo fossero diventati così ricchi che in realtà non gli importa se devono pagare troppo per l'arte? E se volessero solo continuare a giocare a questo gioco? Il mercato dell'arte non avrebbe problemi. Ma la società sì."

 “LA TECNOLOGIA DI RICONOSCIMENTO FACCIALE SUGGERISCE CHE RAFFAELLO ABBIA DIPINTO IL TONDO DE BRÉCY”  ARTFORUM, 26 gennaio 2023 

L’intelligenza artificiale mostra sempre di più il suo potenziale nell’arte. Al di là della capacità di riprodurre o creare capolavori pittorici, è interessante osservare come questa tecnologia sia capace di dare supporto ai ricercatori nel lavoro di attribuzione delle opere, spesso oggetto di controversie, contribuendo così a riscrivere una storia dell’arte più accurata. Una nuova tecnologia di riconoscimento facciale rivela che l’autore del noto Tondo de Brécy potrebbe essere Raffaello. Il sistema di riconoscimento facciale utilizzato dall’Università di Bradford per comparare il famoso Tondo de Brécy, prima attribuito ad autore sconosciuto, con la Madonna Sistina di Raffaello, ha rivelato un match del 97%. La Deep Neural Network (DNN) è una tecnologia in grado di identificare gli stessi schemi presenti nelle immagini con una precisione estremamente superiore a quella dell'occhio umano.

La bolla delle Cryptovalute. Cosa accadrà?

Nonostante la crisi delle criptovalute nel 2022, musei, gallerie e istituzioni continuano a  includere arte digitale e NFT nelle loro collezioni e mostre. Se, fino ad oggi, abbiamo assistito a una collisione di valori e pratiche tra questi due sistemi, solo apparentemente diversi e separati, ora il crescente coinvolgimento dei protagonisti del sistema dell’arte attiva un dibattito finalmente meno incentrato soltanto sulla denigrazione o sul potenziale di mercato degli NFT. 

recenti

I marchi di istituti e luoghi della cultura: la legge sul made in italy ne incentiva adozione e valorizzazione

Negli ultimi anni musei, biblioteche ed archivi, privati e pubblici, hanno riversato un’attenzione crescente nella tutela dei propri segni distintivi, depositando le denominazioni e/o...

Nuovi elementi per il trattamento fiscale della vendita di opere d’arte

Il trattamento fiscale della cessione di opere d’arte secondo la sentenza della Suprema Corte di Cassazione n.6874 depositata lo scorso anno.

Vuoi vendere un’opera che hai in collezione senza muoverti di casa? Catawiki è al fianco dei nostri collezionisti.

Il primo appuntamento nato dalla collaborazione di Collezione da Tiffany con Catawiki è l'asta online dedicata alle opere Grafiche e ai Multipli dei grandi maestri italiani ed internazionali del 23 febbraio 2024.

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratuitamente il Report Mercato Arte 2022!

Iscriviti subito alle news di Collezione da Tiffany e riceverai, ogni settimana, gratuitamente, contenuti esclusivi dedicati al collezionismo d’arte e consigli sulla conservazione delle opere, sugli aspetti legali, e su tutto ciò possa aiutarti a collezionare e conservare l’arte ed essere felice.

 

Completa il form e potrei scaricare subito gratuitamente il nuovo Report Mercato Arte 2022!

Sono un collezionista

Grazie la tua iscrizione è andata a buon fine!